considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

13 gennaio 2014

verba volant ... (ma scripta manent eh)



Chiariamo subito ...
Il tale che ti chiede se il bus va alla stazione, quando a caratteri cubitali la destinazione è specificata sul display, (e magari la fonia la annuncia) è evento quotidiano irrinunciabile.
Uno dopo un po' non ci fa manco più caso e pensa che la gente fondamentalmente e perennemente abbia la testa tra le nuvole ...


Ieri però, mentre sono in fermata, un tale si avvicina al bus.
Giacca e cravatta, potrebbe essere un manager, oppure un viaggiatore elegante, lo vedo che guarda il display con attenzione ...
Legge, quasi sillaba le parole e passato qualche secondo attira la mia attenzione:

"ho letto che va all'ospedale maggiore"
"sì certo"
(e per l'appunto ... se l'hai appena letto)
"... chiedo, ma ci va davvero ?
sono tranquillo insomma
?"


Più che tranquillo sei sicuramente strano ...
Halloween con i suoi scherzetti è passato da un po', per il 1 aprile c'è ancora da aspettare, perché questi dubbi ?
Bah, ma sti personaggi saranno veri o come nei videogiochi vengono messi lì di proposito per creare difficoltà in chi li incontra ?
Mi interrogo ....

2 commenti:

barbara zanella ha detto...

Dimentichi che siamo già in carnevale...
:D

autistaxcaso ha detto...

in effetti ...
;-)