considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

14 giugno 2013

vado e se riesco evado


Periodo di frequenti controlli a bordo ...
L'azienda ha avviato la seconda fase della campagna di sensibilizzazione "vado, non evado".
Peccato che in questo paese l'occasione fa da sempre l'uomo ladro ...
Beccata la scorsa settimana una donna senza biglietto.

Mi penso nella stessa situazione e rifletto:
"Come reagirei ?"
"Sarei arrabbiato di beccarmi la multa, ma con chi ce l'avrei ?"
Principalmente con me stesso ...

Solitamente invece, l'essere beccati in fallo, genera la solita sequela di improperi verso tutto e tutti.

Hai provato a forzare le regole, ti è andata male ...
Paga e taci !
E per il futuro valuta se è conveniente rischiare oppure se è il caso di essere in regola.

Invece no ...
la donna urla, sbraita, chiede l'intervento della polizia (???)
Si getta a terra, vuole uscire ...
Tutto sotto gli occhi del direttore del personale, ospite del momento
(nella campagna, vengono coinvolti anche dirigenti e quadri ... che per un giorno diventano parte delle squadre che controllano ndr).
E' una scena curiosa, mi chiedo cosa stia realmente pensando al di là di quello che formalmente potrebbe dire se interpellato a tal proposito.
Magari è sorpreso, forse sotto sotto è un po' spaventato o chissà ... annoiato di essere lì in quel momento.
... Chi può dirlo, si mantiene in disparte e osserva.
Intanto, viene richiesto l'intervento delle forze dell'ordine, la corsa è momentaneamente sospesa mentre i verificatori, cercano di convincere la donna a fornire i documenti o a pagare la sanzione.
Compito non semplice che però alla fine va a buon fine ...
La donna paga e stizzita se ne va rifiutando la ricevuta.

Un altro esempio di quanto sarà difficile cambiare questo paese.
Pagare un servizio da che mondo è mondo è un dovere che fa accedere al diritto dello stesso.
Ma qui, si trova spesso il modo di accampare dei dubbi riguardo ai diritti, sentendosi così leggittimati a non rispettare i doveri.

4 commenti:

tranviereperscelta ha detto...

Speriamo che al direttore del personale la scena assistita sia da monito per quando riceverà reclami dell'utenza...

S ha detto...

la classica impenitente insopportabile ://
quasi quasi, fossi stata nel controllore, l'avrei trattenuta e poi consegnata alle forze dell'ordine!
cosi' impara! ://

gtt gestione trabiccoli torinesi ha detto...

Bella iniziativa! Soprattutto perchè sono stati coinvolti dirigenti e quadri, cioè coloro che non sanno cosa voglia dire viaggiare suo mezzi pubblici o, peggio, condurli. Qui a Torino far muovere un dirigente o un "graduato" (non so da voi, ma qui li chiamano così i quadri perchè hanno le mostrine e gli alamari) è un'impresa impossibile. Inoltre abbiamo i controllori tra i più maleducati d'Europa. Ma, tant'è, la GTT pretende (sentiti con le mie orecchie) di essere il miglior servizio di trasporto pubblico d'Italia.

autistaxcaso ha detto...

Davvero con le mostrine e gli alamari ?
No qui no ...
Magari mediamente convinti che il loro pensiero sia quello giusto e assoluto, quello sì (e del resto ... quale dirigente di qualsiasi ramo e/o azienda non è così ?) ma rigorosamente "in borghese"
;-)