considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

9 giugno 2010

analogie di coppia


Lui l'avevo incontrato ieri ...
Lei l'ho incontrata oggi ...
Lui, cinquantenne elegante, ha per le mani un vecchio multicorse
"ma sa ... sono stato fuori città per tre mesi, quando sono partito andava ancora bene"
(già ... npn fosse che è da inizio anno che si parla dei nuovi biglietti)
Lei, faccia da velina, è senza biglietto su un bus in servizio suburbano ed ha l'euro per acquistarlo
"perchè io mica lo sapevo che qua sopra non si potevano acquistare"
(già ... però è dalla notte dei tempi in cui iniziò il servizio suburbano che è così ... sarà la prima volta che prendi un bus ?)

L'autista prova a mediare ...
In entrambi i casi c'è una linea urbana che segue a poche centinaia di metri:
In quel bus si potrebbe ancora vidimare il vecchio multicorse ...
In quel bus, con l'euro alla mano, si potrebbe acquistare a bordo il titolo di viaggio ...
Ma entrambi hanno fretta, la solita fretta ...
L'autista comprende ...
incontra ogni giorno persone frettolose ...
non vuole essere ostile, ma fa presente che comunque se ci sarà una verifica scatterà la contravvenzione.
Entrambi non si capacitano ...
Lui dice che comunque un biglietto ce l'ha ...
E lì l'autista pensa a qualcuno che volesse pagare oggi una cena in lire ...
(Hai voglia sventolare le banconote da 100.000 ... il fatto è che ora ehm ... la valuta è l'euro e l'essere stati fuori dal paese mica ti giustifica ... dovevi informarti tu sulle eventuali evoluzioni mentre mancavi)
Lei vuole dare l'euro all'autista ...
vorrebbe pagare insomma e mica è colpa sua se i biglietti su quel bus non si possono avere ...
E lì l'autista pensa ad una grande manifestazione ...
La popstar internazionale, la partitissima o l'artista di grido che terrà solo quello spettacolo a livello nazionale ...
biglietti esauriti da mesi, prova a presentarti in fila all'entrata dicendo che tu hai tutte le intenzioni di acquistarlo in quel momento, il biglietto ...
(e vedi se te lo vendono ... o se ti dicono che dovevi provvedere in altro modo, leggi prevendita ... evitando tra l'altro un viaggio a vuoto).
Ma entrambi, anzichè riflettere sulle assurde motivazioni adotte, cercheranno la complicità dell'autista ...
Lui sorridendo immotivatamente per lunghi attimi
(quasi fosse sopraggiunta improvvisa, una paresi facciale ...)
Lei sbattendo le palpebre e serrando delusa le labbra lucidissime
(che qua mica siamo ad una selezione per veline ... siamo sul bus)
A sottintendere:
Se arrivano a controllare, mi copri tu ?

M
a l'autista, a parte che non ci pensa minimamente al coprire chicchessia ...
Ma se anche ci pensasse, cosa potrebbe fare ?
Si metterebbe ad inibire un collega ?
E a quale titolo ?
Come detto, sarebbe bastato scendere, prendere il bus urbano e i problemi non sarebbero sorti ...
L'avere fretta non è mica una giustificazione per inventarsi le regole ...
Quelle sono scritte chiaramente ma se non volete seguirle ...
Liberissimi ...
Però, rischiate in autonomia e senza cercare il coivolgimento di altre persone ...

2 commenti:

S ha detto...

'sta gente mi lascia perplessa...

Perennemente Sloggata ha detto...

la gente non ha il senso della figuraccia che sta facendo???