considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

2 giugno 2010

istinti di base


L'altro giorno, arrivo in fermata e sale un collega ...
L'immediata battuta per rompere il ghiaccio sulla giornata calda da il via all'aneddoto ...
Mi racconta che, venuto dalla provincia su di una linea extraurbana, aveva sudato e non poco ...
Non tanto per il caldo che comunque quel giorno era notevole, quanto per la signorina che si era seduta davanti ...
Minigonna corta, non indossava la biancheria intima ...
E si divertiva ad accavallare le gambe di continuo per farlo notare, come nel celeberrimo film "basic instinct".
Il nostro eroe aveva cercato, stoico, di resistere concentrandosi sulla strada e sulla guida ma non ce l'aveva fatta ...
A quel punto, complice un semaforo rosso, provocazione per provocazione, aveva reagito aggiustandosi platealmente, bene bene lo specchietto a suo favore, per non perdersi nulla dello spettacolo.

Ripensando mentalmente alla scena, mi è un po' venuto da ridere perchè, detto tra noi ...
Non si sa mai se credere alle persone che, soprattutto nel nostro ambito (passeggeri ma anche appunto colleghi) chissà perchè, tendono sempre ad ingigantire le cose e a (come si suol dire) raccontarcele.
Dopo averlo ascoltato affermare che si trattava di una bella figliola (ovviamente, mica detto così poeticamente ma comunque ... avete capito) ho sdrammatizzato quindi sul fatto che "la distrazione" insomma era mica da poco e c'era da rischiare per via della scarsa concentrazione e lui, per tutta risposta, mi ha detto in effetti che era stata "na faticata".
Era talmente serio mentre lo affermava che ho finito per credergli ribaltando la precedente riflessione ...

Quando realizzi che nonostante le impressioni che avevi avuto non te l'hanno raccontata ...
Beh, allora colui/colei, che ha agito nella storia era un bel po' stravagante ...
(detto tante volte che a fare questo lavoro comunque non ci si stupisce più di nulla ... a volte comunque capita ancora di restare un po' spiazzati)

4 commenti:

Perennemente Sloggata ha detto...

posso essere onesta? io gli credo.
ormai non mi stupisce più niente (mi infastidisce ma niente di più)...
a Mari&Monti c'è stato un miniscandalo perché alcuni autisti della linea che porta dalla stazione all'università (il capolinea è un po' più su dell'ateneo, in una zona più che altro di transito auto) si appartavano con le studentesse.
ogni commento e riflessione, le lascio agli altri.

cosa sarebbe successo se si fosse verificato un incidente, seppur minimo?
io avrei tirato in causa anche la z.....a

per.slog.

S ha detto...

anche io gli credo. solo non capisco perché una dovrebbe andare in giro senza mutande. sicuramente una che va troppo poco in bicicletta!

autistaxcaso ha detto...

non l'ho mica capito perchè va poco in bicicletta però ...
forse perchè senza biancheria intima, avrebbe arrossamenti perenni, per non dire del rischio di infezioni ?
Certo che anche il sedile di un bus ...
(non farmici pensare)

Marcella ha detto...

Santo dio ma come si fa andare in giro senza mutande ? Lol vi giuro che mi stupisce di più questa cosa qui che il fatto che ci sono tante di quelle z...le in giro :D
Mi fa troppo ridere sta cosa ahahah