considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

30 agosto 2010

cicerone


"venga signora venga, le indico io la fermata giusta dove scendere"
"... meno male che ho incontrato lei ..."

Il dialogo riportato è quello captato mentre un uomo e una donna salgono sul bus semideserto.
L'uomo fa il Cicerone, indica percorsi, strade, fermate, alla donna spaesata ...
"scende con me alla fermata X poi attraversa la strada e prende la linea Z"
addirittura propone alternative,
"se non scende alla fermata X ... allora può scendere alla Y e tagliare a piedi per via ..."
Ma all'autista, che distrattamente ascolta la conversazione, qualcosa non torna ...
Le vie indicate, non fanno parte del percorso,
(possibile ? probabilmente non avrò prestato la giusta attenzione ...)
ma l'uomo ribadendo più volte le stesse indicazioni, fuga ogni dubbio in merito.
A quel punto l'autista sogghigna divertito tra se e se ...

Stai a vedere che ha sbagliato linea ...
Nell'enfasi di erudire la signora, manco ha guardato dove saliva ...
La donna si è infilata sul primo bus che passava e lui via, dietro a ruota ...

L'autista aspetta con trepidazione, il punto del percorso, dove l'errore sarà chiaro e inequivocabile, mentre l'uomo continua imperterrito a parlare e a fare un po' il "galletto" con la donna ...
Sono talmente presi (anche la donna nell'ascolto) che quel punto passa ...
Ma non succede nulla ...
L'uomo è sempre là che parla poi all'improvviso realizza e tenta di minimizzare ...
Viene vicino al posto guida e mi dice:
"ma l'86 ha cambiato percorso ?"
"veramente questo è il 35 ..."
La donna ascolta e si preoccupa:
"accidenti mi spiace ...
ma passa molto lontano da dove doveva andare lei ?"
"noooo si figuri ... farò giusto 2 passi !"
(sì sì, puoi dirle anche quattro ...)
la cosa curiosa è che la donna infilandosi alla cieca aveva azzeccato la linea giusta.
Altro che strade da percorrere a piedi e/o bus aggiuntivi da prendere, praticamente scenderà e sarà a destinazione ...
Alla faccia dello pseudo Cicerone che tra tante indicazioni, non aveva saputo fornire quella esatta oltre che più comoda.
(deve aspettare il 35)

Ritornando a quel "meno male che ho incontrato lei" premesso all'inizio della conversazione con il senno di poi cosa dire ...
Per fortuna esiste l'istinto !

27 agosto 2010

kamikaze



Oggi, faccio per ripartire dalla fermata ...
Che poi fermata, lo spazio dove effettuarla è occupato dal solito automobilista abusivo in sosta selvaggia, per cui semplicemente, mi ci fermo dinnanzi.
la doppia continua delimita la carreggiata che sto occupando interamente, ma figurarsi se questo scoraggia il sorpasso ...
Da lontano vedo il solito scooter lanciato, mi avvio e dopo poco ...
L'automobilista che ha a sua volta iniziato una manovra analoga, rischia di travolgerlo ...
Disputa tra dementi contromano:
La ragazza dello scooter, manda a quel paese, platealmente e più volte, quello dell'auto che per contro fa ripetutamente il gesto delle corna ...
Poco dopo mentre sto ancora pensando alla immane quantità di deficienti che popolano le nostre strade,
(ma sorridete poco ... perchè se ci pensate, visto che sono "a piede libero", domani potreste incontrarli sulla vostra strada ... e gli effetti sarebbero una preoccupante incognita) si crea la solita situazione:
Strada a due corsie, nella corsia di sinistra c'è quello che deve girare e la "fila delle ocarine" che proprio non poteva stare dietro al bus (che comunque, essendo in periferia, faceva circa i 50 e stava aumentando), vedendo l'ostacolo inizia a convergere tagliandomi la strada ...
Ne passa uno, poi quando lo spazio per passare è ormai risicatissimo vedo ai margini dello spazio visivo, un'ombra ...
Piede sul freno, in un attimo, Un'auto si infila pericolosamente ...
Suono il clacson in segno di disappunto, il veicolo frena e ritorna nella corsia di sinistra.
Ecco, ci siamo, il solito che vuole attaccare briga, con che coraggio poi, stavolta ...
Passo lentamente cercando lo sguardo dell'occupante all'interno dell'abitacolo, si tratta di una donna con la figlia sul sedile posteriore ...
"ma che razza di manovre fai !!!"
non vi è reazione, la donna è impassibile, guardano entrambe verso destra.
Dallo specchietto vedo che, inserito l'indicatore di direzione, ritorna sulla corsia di destra ...
E poi subito svolta nella laterale a fianco (!!!)
Capita la manovra ?
Non avessi suonato, probabilmente avrebbe fatto quella roba davanti al bus subito dopo avermi tagliato la strada !
Volete sapere se avremmo avuto un contatto ?
Ci ho ripensato con qualche brivido, concludendo che l'esito sarebbe stato incerto ...
la frenata per evitare l'impatto sarebbe stata importante, la svolta a destra che ha poi imboccato era lì a pochi metri e lo spazio di frenata si sarebbe ridotto oltre che, ovviamente dei 4 metri circa di lunghezza dell'auto ...
Anche del tempo di reazione necessario per realizzare le intenzioni della donna ...
E credetemi, ci voleva una bella fantasia per carpirne istantaneamente le intenzioni ...

Boh, non ci può stupire più di nulla ormai ...
Vedi quella che definiresti "la boiata del secolo" e da lì a poco la ritrovi surclassata e quasi ridicolizzata al cospetto di una manovra ancora più assurda.
Quello che stupisce è che neppure l'avere dei bambini a bordo riesce più a conciliare una guida prudente ...
Macchè, tutti invasati e sempre pronti alla staccata al limite, manco le strade fossero autodromi.

Andate piano, sciocchi Kamikaze ...
perchè a causa della vostra strafottente superficialità, si fanno male anche gli altri !
(e questo, mica è bene ...)

25 agosto 2010

bugia a fin di bene


Della serie va' che personaggi tocca gestire, oggi sale un tale con l'occhio lucido ...
Giovane, sembra in uno stato avanzato di alterazione psichica, o almeno ...
Se così non fosse, con il senno di poi verrebbe da pensare che sarebbe ancor più grave.
Inizialmente si accomoda a sedere, poi dopo un po' si avvicina al posto guida ...
sbiascica qualcosa di mediamente incomprensibile e per fortuna, riesco a captare la parola centro:
"devi andare in centro ?"
il segno affermativo con il capo mi risolleva un po' ...
il primo step è risolto, ho capito dove deve andare, ora bisogna solo far capire a lui che ha preso il bus in senso opposto.

Alterati o no, è un "vizio" molto diffuso tra la popolazione, prendere il bus dalla fermata sbagliata; si guarda la linea e pazienza se alla destinazione non si presta l'attenzione dovuta.
Curiosamente quando accade, le persone sentono sempre il bisogno di giustificarsi e il must in questo senso è "non sono pratico, non lo prendo mai il bus" detto sorridendo
(mentre tu pensi: e allora ? primo, ma cosa ridi ? secondo, che razza di giustificazione è ? Se dovessi percorrere una strada che non ho mai preso ... io proverei ad informarmi prima ... Sai che gusto a prenderla in senso inverso sorridendo, solo perchè "lì io non c'ero mai stato").

Ma torniamo al tale ...
"per andare in centro devi attraversare la strada e prendere il bus dalla fermata di fronte"
il tipo stringe gli occhi e riflette a lungo manco dovesse rispondere ad una domanda da esame.
riformulo, aggiungendo che così facendo si eviterà un'ora di inutile percorso extra ...
"ma se resto qua non ci arrivo ?"
"Beh, ma certo che ci arrivi comunque ... Guarda, non è che ti voglio cacciare, io lo dico per te per tua comodità, poi vedi tu ..."
e dopo un paio di fermate, qualche altra grottesca affermazione (ma se poi non passa ? ... ma siamo sicuri che poi quello che passa mi porta in centro ?) e le rassicurazioni altrattanto grottesche del caso (fidati,hai la mia parola, certo che passa ... ma scherzi ? ti porta sì a destinazione risparmiando anche un sacco di tempo) riesco a convincerlo e a farlo scendere ...

Sì lo so, avevate sospettato e io ve lo confermo:
quel "Guarda non ti voglio cacciare" era una spaventosa menzogna ...
non vedevo l'ora scendesse, altroche !
Sti tipi logorroici e straniti, non si sa mai dove possano andare a parare ...
Se al capolinea sperduto, dove saremmo stati solo io e lui, mi proponeva qualche interrogativo inquietante, magari sul senso della vita, cosa gli raccontavo ?
Molto meglio così, poi pazienza per il collega che viaggiava verso il centro ...

Mica posso sempre trovarli (e gestirli) tutti io !!!

23 agosto 2010

lasciar correre


Il rientro dalle ferie è sempre "impegnativo" ...
C'è poco da fare, per quanto sia corto il periodo, ci si abitua in un attimo a quei giorni di assoluta e serena rilassatezza.
Ma poi basta un attimo, il tempo di un paio di fermate per realizzare che i comportamenti degli utenti sono rimasti immutati.

C'è la solita signora che non suona e alza la voce (non apre la porta !??) ma vabbè, vuoi farti il sangue amaro fin da subito innescando la solita discussione ?
Apri e lasci correre ...
C'è il solito che corre a 300 metri di distanza nel mezzo della strada, lo aspetti e quello, salito a bordo, manco ti ringrazia, come se aspettare fosse un obbligo e non una cortesia, ma vabbè, vuoi subito maledirti ad oltranza sul percorso per averlo aspettato ?
Chiudi e lasci correre ...
Poi ti avvicini ad una fermata e vedi un'unica persona in attesa ...
la solita faccia assonnata che ti osserva, nonostante siano le 8 passate ...
Rallenti e quello continua a guardarti fissandoti ...
Rallenti ancora, non un movimento, neppure del sopracciglio e figurarsi se della palpebra ...
Transiti a passo d'uomo fissandolo dalla porta anteriore e quello non si è ancora e mai mosso di un millimetro ...
Stavolta non si apre e neppure si chiude, si lascia semplicemente scorrere il bus e (sorpresa ?) ...
Eccolo là che saltella imprecando con il braccio alzato, doveva salire ovviamente, ma vabbè ...
Le regole dicono che occorrerebbe manifestarla l'intenzione di salire, ma a parte questa piccola formalità, non ho visto particolare "ansia nei movimenti".
Sarà che il periodo è ancora blando e lontano dalla solita frenesia che tra poco tempo ci travolgerà ....
Eppure, sono sicuro che il ditino scatterà veloce e in anticipo quando tra pochi minuti transiterà il bus che segue ...

Le ferie sono finite e ok non ingastrirsi subito, ma mica si può sempre e solo "soccombere" eh ...

20 agosto 2010

bus award 6019


Un anno fa, avevo definito questo Breda Menarini 321/1, il miglior snodato in assoluto:
Mi sono ricreduto ?
Certo che no, anzi confermo in pieno il giudizio anche se temo che presto, a causa del caratteristico rombo motore, verrà dismesso ...

Comunque, non so chi ci viaggia sopra se lo ritenga confortevole, ho imparato però che anche tanti pedoni (uomini) lo apprezzano.
Direte, ma che c'entrano i pedoni ?
C'entrano c'entrano ...
avete presente i montanti laterali ?
Sottili e dotati di vetro "panoramico" ...
Ecco, provate a chiedere ad un autista (donna) quanto si sente osservata, mentre è ferma sul bus al semaforo, dalle persone che attraversano sul pedonale ...
(soprattutto, se guida con la gonna)

18 agosto 2010

vetrofania



Domanda:
Ma riuscirà mai questo paese ad essere, se non eguale, almeno simile a tutti gli altri ?
A leggere le numerose lamentele sui quotidiani, viene da pensare che, purtroppo, siamo ancora lontani (e chissà se, e quando, ci avvicineremo).
Questa di oggi è l'ultima in ordine di tempo ...
La regola dice molto semplicemente che il residente deve esporre una vetrofania per parcheggiare e l'adirata ma distratta scrittrice si appella al buon senso ...

Ma il buon senso de che ???
Vetrofania = (da dizionario):
Pellicola adesiva variamente disegnata, che si applica ai vetri
cosa altro bisognerà aggiungere ?
Che tu sia fresca di trasloco o di parrucchiera, il contrassegno va comunque esposto, visto che è la regola (e stop !!)
si legge:
"il buon senso non guasterebbe così come il rigore dove necessario"
E in questo caso, perchè mai il rigore sarebbe fuori luogo ?
Forse perchè tocca troppo da vicino (il portafogli) ?

Curioso:
Attendono il bus, l'autista passa in anticipo e scrivono ai giornali:
viene leso il diritto di usufruire del servizio per cui l'indignazione è talmente forte che si vorrebbe in qualche modo vedere la testa dello schumi di turno, rotolare.
Così, lo si denuncia pubblicamente tramite lettera perchè questi sono i casi dove il rigore deve essere assoluto e non è mai concesso nulla ...
Beccata la sacrosanta contravvenzione, si cerca invece ogni volta di passare per le vittime innocenti, trovando mille ragioni per appellarsi al buon senso ...

Per me il buon senso sta nell'accettare le regole ...
Se becco una multa perchè ho parcheggiato là dove non dovevo essere o perchè non ho esposto il tagliandino dell'assicurazione, magari mi arrabbio ...
Ma con me stesso, perchè se esisteva la regola, il coglione sono io che non l'ho rispettata.
Faccio tesoro e cercherò di non ricaderci ...
Finchè non si accetta con serenità il concetto che le regole sono fatte per essere rispettate, vivremo sempre in un paese anomalo.
Non fosse altro per il fatto che un giudice, seppur di pace, si veda costretto ad occuparsi di queste storie ...
Sai quanto meglio potrebbe impiegarlo quel suo tempo ...

16 agosto 2010

bus award 5365



Mi sto pian piano convincendo di un fatto:
Il degno erede del Menarini 201 a mio avviso non può che essere che questo Iveco 491.
Come tutti i bus (alla fine sono macchine), anche di questo modello ce ne sono alcuni ostici e con cui è difficile trovare il giusto feeling, però va riconosciuto che la maggior parte sono davvero semplici da condurre.

Penso che ti trovi di fronte ad un ottimo bus, quando non sono richieste particolari attenzioni di guida, tipo, frenare con delicatezza, accelerare piano, ecc ecc ...
Si sale, si parte, si guida e ci si rilassa anche perchè se a un autista non riesce a rilassarsi qualche volta alla guida ...
beh, allora va incontro a uno stress che in poco tempo diverrà insostenibile.
(poi certo il mondo è bello perchè vario ... figuratevi, ho conosciuto colleghi che detestano guidare ... E lì ... automatica è stata l'accensione del mega punto interrogativo)

Tornando a noi, mediamente questa serie di Cityclass trovo sia davvero eccellente in tutte le condizioni di utilizzo ...
Su questo 5365, ci ho fatto, lo scorso anno, "il battesimo" sulla neve ...
Nonstante gli iniziali timori reverenziali, tutto è filato liscio e senza intoppi, che quasi manco pareva ci fosse, la neve sulla strada ...

Se non è da bus award questo ...

13 agosto 2010

nonostante le ferie


Trovi sempre qualcuno che parla del "tuo lavoro" ...
Basta uscire, prendere un bus per ascoltare le solite cose ...
Ritardi, mezzi che scarseggiano e che non arrivano mai ...
Del resto, la critica al servizio pubblico è un sempreverde che non conosce stagioni ...
Dei Pitbull aggressivi, senti parlare solo in questi mesi (domanda: ma il resto dell'anno saranno fedeli & mansueti ?), la frequenza delle linee invece è sempre all'ordine del giorno ...
Ma come detto sono in ferie ...
Ci mancherebbe che intervenissi nelle solite discussioni, tanto certe convinzioni sono difficili da sradicare ...
A parte che siamo nella settimana di ferragosto (per cui, più che di ritardi, parlerei di riduzione del numero dei bus ...) ma in senso generale, viene predisposto un servizio più o meno adeguato (leggi risorse a disposizione) al numero di utenti ...
Mi sembra ovvio che se da settembre, tutti andassero in bus, le frequenze sarebbero aumentate ...
Leggo che a NY 2 ore di parcheggio costano 30 dollari ...
Ci credo che ora hanno scoperto la bici, l'andare a piedi o con i mezzi pubblici ...
E vuoi scommettere che da quando quella "tariffa salasso" è stata varata, il servizio pubblico è stato potenziato ?
(magari appunto utilizzando parte delle risorse incassate).

Poi comunque a prescindere, io li invidio un bel po' ...
pensa che bello un centro libero dalle auto e dallo smog in cui poter passeggiare liberamente.

11 agosto 2010

bus award menarini monocar 201



Stavolta è ufficiale ...
Estinti o per dirla nel gergo aziendale, alienati.
L'età media dei bus si deve giocoforza abbassare e allora ecco che diventa impensabile avere nel parco macchine, mezzi con oltre 30 anni di servizio.



L'inverno scorso, complice un servizio scolastico, le ultime corse da cui ho tratto questa carrellata di foto ...
Era nell'aria, pian piano stavano diventando sempre meno, pensare che quando entrai in azienda erano ancora un sacco i menarini monocar 201 in servizio e la prima uscita alla guida di un bus dell'azienda trasporti, avvenne proprio in una zona artigianale guidando questi mezzi ...
Si fidavano poco ?
può essere e come dar loro torto, certo che il feeling con questi mezzi era immediato, in un attimo ti sembrava di averli guidati da sempre ...



Spifferi micidiali dalle guarnizioni consunte ...
Carrozzerie corrose ...
Umidità "cronica" che si insinuava ai bordi dei vetri ...
Sterzi pesantissimi ...
Tutto passava in secondo piano quando iniziavi a guidarli ...
Poi da passeggero era diverso, complice il chilometraggio a 6 zeri, le trasmissioni strappavano e non poco se non si guidavano con i "piedi della festa" per cui la rottamazione deve essere stata accolta con somma gioia ...




Io però e il parere ovviamente è personalissimo, mi divertivo sempre un sacco a condurli apprezzando anche i particolari ...
Comandi apertura porte sulla sinistra ...
Per un mancino cosa di più comodo !

Li ricordo addirittura esposti in centro prossimi ad entrare in servizio ...
Io bambino, al cospetto di questi mezzi enormi e moderni che neppure lontanamente avrei pensato un giorno di guidare.



Negli ultimi tempi erano stati anche aggiornati tutti i webasto (che lo ricordo, sarebbero le stufette del riscaldamento) ...
Come dire che, a condurli, si stava più caldi su sti bus che in tanti altri anche nuovi.
Poi certo, d'estate erano saune copiose, ma almeno lo sapevi ...
Trovo sia molto peggio quando guidi un bus dove l'aria condizionata c'è ma è poco efficiente e ti ritrovi, tuo malgrado, a sudare praticamente allo stesso modo ...



Poi vabbè ...
a fare gli autisti con il tempo forse si diventa un po' matti ...
Confesso che se avessi saputo dove metterlo, sarei andato in azienda a chiedere di cedermene uno ...
Idee chiarissime, avrei richiesto quella 5097, protagonista (un caso ?) del primo bus award di questo blog.
Peccato che a risiedere in un condominio in prima periferia sia un sogno impossibile ...

Però possederne uno sarebbe stato davvero forte ...



9 agosto 2010

bus award 6519


Man Lion City 313 a Metano del 2005.
Magari passo da blasfemo, ma secondo me sti Man snodati si guidano bene e si frenano più docilmente dei Citaro.
L'accelerazione non è certo bruciante però è progressiva e gradevole.
Diciamo che come tutti i Man, se lo guidi con il blocco in fermata inserito, non riparti mai, e qui ...
Non si dovrebbe fare, lo so bene, ma personalmente preferisco metterci un po' di attenzione in più e disinserirlo quel blocco ...
Un giorno magari sarebbero da valutare pro e contro ...
Certo il bus in fermata con le porte aperte non può muoversi ed è quindi una sicurezza, però chi è quell'autista che non tiene il piede sul freno (sempre) quando il bus è fermo ?
Fondamentalmente, io lo disinserisco perchè ho l'abitudine di aprire le porte una frazione di secondo prima che il bus si arresti ...
Se c'è il blocco inserito, la fermata è bruschissima e si passa da pivelli, ma che farci ...
Mi sono abituato così ...

Tornando al Man, in azienda di quella serie ci sono 6 mezzi ...
Magari un po' anonimi come linee esterne, però onesti.

6 agosto 2010

finalmente le ferie ...


Mi sa che anche tanti utenti ne abbiano bisogno ...
Stamattina, linee deviate per mercato straordinario, mica una, neppure due, manco tre ...
Diverse persone, visto il bus lasciare il percorso consueto, si sono avvicinate nei vari transiti per dirmi:

"ma è deviato ?"
""
(evidentemente ... che, non l'hai vista la strada transennata ?)
"ma lei va comunque verso il capolinea ?"

Macchè ...
ora prendo l'autostrada e andiamo al mare ...
o magari verso la montagna ...
nell'indecisione, facciamo così ...
tiriamo i dadi e vediamo dove si può andare ...
Ma sono domande ?
Dove vuoi che vada mai !

Sì, sì, c'è davvero bisogno di un po' di ferie ...
con l'utenza per un paio di settimane non voglio averci a che fare ...
diciamo che mi trasformerò io, in utente e vediamo l'effetto che fa.

Mi sono segnato diversi bus degni di nota guidati in questi mesi ...
visto che resto a casa, mi diletterò ad alimentare i bus award
buone vacanze a voi.

4 agosto 2010

confusione



Oggi, sono in fermata che aspetto di inziare il turno ...
Arriva una signora imbronciata e mi fa:
"con tutte queste deviazioni non si capisce più nulla, avete cambiato tutte le fermate !"
Quegli avete, mi strappano sempre un sorriso ...
Par quasi che siamo noi autisti a spostarle dove più ci piace e per assurdo, credo siano tante persone a pensarlo...
La donna rincara:
"mi è passato sotto il naso un 13 e così non l'ho preso"
"ma lei dov'era ?"
"ero alla fermata laggiù, dove è sempre passato"
e indica una fermata vicina
"veramente signora il 13 di lì ci è sempre passato ... ma si è sempre fermato qui deviazioni o no ..."
"come ?"
"si fidi signora, se permette credo di intendermene, laggiù il 13 non ha MAI fermato"
"ah, mi sarò confusa"
detto con tono scocciato e con poca convinzione a chiudere, di fatto, la conversazione ...
(eh, forse un pochino mi sa che hai fatto, confusione)

Poco dopo, sto giudando, arriva un'altra donna a chiedere un'informazione
"va bene questo bus per la fermata "pippo" ?
"si certo signora"
"ma la fermata prima della pippo come si chiama ?"
"è la pluto"
"ah grazie"
e si mette a sedere ...
Poi come spesso accade, si approssima la fermata pluto e vedo la persona immobile avulsa nei suoi pensieri.
"Signora, siamo alla fermata pluto"
"ah grazie, io devo scendere alla pippo"

Stavolta confesso sono io un po' in confusione ...
ma cosa ti fregava allora di sapere come si chiamava quella prima ?

2 agosto 2010

querela




Bizzarra la vita:
... Io che ero preoccupato di finire protagonista di una lettera al giornale, mi ritrovo querelato ...

ripercorriamo le tappe di questa storia sperando che finisca presto ...
Oggi l'azienda mi ha informato che la donna ha sporto querela nei miei confronti, indi per cui presto sarò sentito in questura.


Per ora mi assegnano un avvocato d'ufficio e mi dicono di non preoccuparmi ...
E' prassi querelare la controparte per accelerare l'indennizzo;
nel momento in cui l'assicurazione farà la sua offerta, qualora fosse ritenuta soddisfacente, la querela nei miei confronti sarà ritirata.

Boh, a dire la verità, non sono troppo pratico di ste cose, io che non ho mai preso una multa (manco per divieto di sosta e qui credo di essere più unico che raro) ...

Ho tutti i punti delle mie 2 patenti e anzi, in quella privata ora ne ho 20 + 4 (credo) di bonus per averli conservati integri nel tempo ma mi ritrovo all'improvviso con una querela "di prassi".

Che dirvi ...
fare l'autista di bus è anche questo ...
Ti va fatta bene per anni, freni ogni giorno al limite, quasi mai per distrazione e/o tua volontà, e salvi decine di vite umane senza che quasi mai nessuno se ne accorga e te lo riconosca ...
Poi un giorno, tu che sposti continuamente e gentilmente masse pesantissime e voluminose per strade strette e spesso inadeguate, scopri curiosamente quanto sia pericolosa anche una biro di pochi grammi ...
Una persona scrive in azienda sostenendo che l'hai colpita con uno specchio al volto e iniziano le beghe ...
Non fosse altro per il tempo (libero) che andrà perso e che sicuramente investirei in modo ben più proficuo ...
Sono giusto curioso di capire cosa potrà presentare a sostegno delle accuse che muove e comunque, nel caso, in quella telefonata della "gentil signora", protrattasi mentre mi insultava, ci sono le prove:


Una persona offesa al punto di arrivare a chiedere danni di risarcimento come minimo prova dolore ...
Una persona dolorante cerca in qualche modo conforto (magari sedendosi a terra) o continua a dimenarsi offendendo e parlando al cellulare ?