considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

30 novembre 2009

passeggini & carrozzine


"Sugli autobus opportunamente attrezzati e riconoscibili da apposita segnaletica è possibile salire con bambini su carrozzine e passeggini rispettando le indicazioni esposte.
Sugli autobus non attrezzati, carrozzine e passeggini devono essere ripiegati"

Sale una donna con carrozzina ...
o meglio sale ...
prima si informa se può salire lasciandola aperta e quando le dico che il bus non è attrezzato per il trasporto dei passeggini aperti, mi fa un sorrisino e sale comunque senza chiuderlo ...

Annoso problema ...

lo spiegavo alla signora che prontamente si è lamentata prima con me e poi direttamente con la donna

alla fine si fa quasi sempre lo gnorri e si tende a scordare il fatto che, come specificato, non tutti i bus sono abilitati al trasporto delle carrozzine aperte.
A quel punto l'autista cosa dovrebbe fare:
Minacciare la persona ?
Sospendere la corsa ?
Telefonare al 113 ?
Noi lo ricordiamo con cortesia ma se poi non ci considerano neppure ...

Curioso notare come poi le parti si siano invertite ...
La signora indignata per la carrozzina aperta è scesa dalla porta anteriore (quella di discesa ndr) e a quel punto a lamentarsi è stata la donna del passeggino

"quella signora è brava ad accusare ma poi è una rispetta le regole a sua discrezione ...
mi dica anche lei, non è così ?"

Cosa volete che vi dica ...
quasi nessuno è puro ed impeccabile eppure in tanti si lamentano ...

Ma costerà così tanto attenersi alle regole
(o perlomeno dare la parvenza di provarci a rispettarle) ?
Evidentemente ...

27 novembre 2009

sondaggio: quale bus preferite ?



Risultati:

Snodato (Bus doppio) 40%
Bus normale 37%
Mi piacevano i Bus a 2 piani 18%
Navetta (Bus piccolo) 3%

Questo sondaggio, mi è stato ispirato da una giornalista locale della carta stampata che, ormai da mesi, non perde l'occasione di ribadire un concetto per me difficile da credere veritiero:

La gente preferirebbe le navette, ai bus snodati

La base votante è stata di circa 30 persone, e pensando che solo uno si è espresso a favore delle navette, io credo che questa preferenza non sia condivisa
(della serie: un campione più vasto non farebbe altro che confermare il risultato).
Personalmente, parlo da cittadino viaggiatore, gli snodati sono quelli che preferisco in quanto, a parte momenti/giornate particolari, sono quelli che ti permettono di viaggiare con il maggiore confort, leggi, non hai le persone appiccicate addosso.

Se invece penso da autista, snodati e bus normali li preferisco di gran lunga alle navette che, oltre ad avere normalmente posti guida angusti e sacrificati, percorrono vie strette del centro storico dove occorre avere non mille, ma diecimila occhi.
La maneggevolezza per le dimensioni ridotte insomma (essendo lunghi 8 - 9 metri, non dico che sembra di guidare un auto ma quasi) viene azzerata dalla tipologia dei percorsi;
Meglio di gran lunga le vie dove scorrono i più invasivi mezzi da 12 e da 18 metri ...

Dei bus a due piani che dire:
ho un lontano ricordo di quando ero bambino, qualcuno l'ho preso e manco a dirlo, adoravo andare al piano superiore.
Anni fa credo di averne preso uno anche a Londra ma onestamente non ricordo il viaggio ...
Caratteristici di sicuro lo sono, certo vedendoli, mi sono sempre posto una domanda:

Nella necessità di abbandonare il bus in tempi rapidi ...
quelli del piano superiore ?

P.S.
in foto, giusto per restare in tema di mezzi caratteristici, il posto guida di un CIVIS

25 novembre 2009

e la prof



La prof è una affezionata cliente del mattino ...
Del bus che alle 7 lascia il paesino appena fuori dalla periferia, per approdare al centro della città.
La prof si siede ogni giorno vicino ad altre 3 donne:
C'è una non meglio definita impiegata, quella dell'ufficio pubblico, l'infermiera dell'ospedale ...
Il bus non è stipato ma gente comunque ne sale, soprattutto studenti, sarà per l'orario ma sono tutti abbastanza silenziosi indi per cui, i dialoghi delle nostre si sentono bene.
Si raccontano spaccati di vita lavorativa quotidiana, oppure parlano dei figli immancabili ed onnipresenti.
Fateci caso, le donne appena possono, adorano raccontare soprattutto delle loro creature, in tenera età, magari ricordando i giorni della maternità e del parto ...
A volte lo raccontano così coinvolte che ti pare abbiano vissuto l'attimo il giorno prima ...
Eppure poi scopri che il figlio ha già 30 anni e passa.
(poi ho capito che è il passaggio fondamentale della vita ... però chissà perchè ho sempre l'impressione si è molto orgogliosi degli anni dell'infanzia dei figli e molto meno del periodo contemporaneo ...)

Non sembrano troppo amiche, fanno pensare a conoscenze maturate con il tempo nel tragitto, la prof delle 4 è quella più chic ...
Lo stivale abbinato con la borsa, il cappellino trendy, il pantalone bianco candido ...
C'è sempre il particolare che la fa spiccare nel contesto minimalista che la circonda, di questo pare esserne consapevolmente fiera.

Quando parla gesticola, tenendo banco si guarda attorno, cerca gli sguardi, l'essere al centro dell'attenzione insomma non le provoca di sicuro disagio e del resto se così fosse, farebbe un'altro mestiere ...
Poi chissà, noto dal mio punto di osservazione privilegiato, che le persone così attente ai minuziosi particolari spesso cadono in grossolane banalità ...
Tipo uno sbadiglio ...
a bocca aperta senza mano davanti, solo girandosi verso il vetro quando ormai il gesto è esaurito ...

Cara prof, è bastato un attimo per ridurre in cenere, tutta la tua minuziosa cura per l'essere ...
strano, poichè il tuo ruolo dovrebbe renderti attenta e sensibile a certi gesti ...


Proprio vero che nella vita la perfezione (e anche solo l'avvicinarvisi) non esiste.
C'è sempre tanto da imparare ...

23 novembre 2009

il prof


Dall'inizio del mese sto effettuando un servizio scolastico per un liceo ...
E oltre agli allievi, quasi ogni mattina accompagno a scuola anche un prof.
A dire il vero i prof. "affezionati" alla mia corsa sono due, ce n'è uno giovane e uno ormai prossimo alla pensione.
Lo so perchè quello giovane ogni giorno lo punzecchia chiedendosi come farà a reagire e a rinfrancarsi lui, quando di fatto l'altro accederà alla pensione.
Il prof. vicino alla pensione difatti è uno spasso, molto espansivo ha una parola ironica per tanti allievi e non manca di essere serioso quando la discussione lo richieda ...
Diciamo che ogni volta penso a come erano i miei di prof. ...

Arcigni ...
Introversi ...
Seriosi ...

mai una parolina in più del dovuto e qui sto pensando in modo particolare alla mia di matematica.
Questo invece è davvero all'opposto e forse sono i tempi a richiederlo ...
L'altro giorno per esempio, sale un allievo particolarmente originale ...
Vabbè che il liceo è artistico, ma questo aveva divelto una t - shirt bianca tagliandola in qua e in là e scrivendo con il pennarello frasi illeggibili ...
Immaginatela indossata da questo tale con le meches e il crestone prominente ...
il prof lo guarda e ride ...
poi vede che anche io sto guardando la scena e mi fa:

"cosa vuole farci bisogna tenerlo com'è ...
è già tanto che venga a scuola questo ...
fa una fatica ogni mattina ad arrivare in orario"

In effetti a guardarlo, troppi dubbi non venivano e p
oi succede che il giorno seguente inizia l'occupazione ...
lo si vedeva arrivando di fronte alla scuola ...
il caos era ai massimi e piazzetta gremita come non mai ...
C'era un tale che aizzava i compagni dall'alto di un muretto gesticolando freneticamente con le braccia e secondo Voi chi poteva mai essere ...
Se non il tale con il crestone dalla t-shirt divelta ...
Vedendolo credo che il pensiero di tanti sia stato simultaneo ed è stata la voce del professore a spiegarlo:

"oggi è arrivato addirittura in anticipo ...
che roba, avrà preso il primo bus, lui che di norma fa fatica a salire sull'ultimo ...
Ehi ragazzi avete un bel rappresentante però !
di sicuro non si può dire non sia originale"

20 novembre 2009

bus award 6542 & 6552


Dovevo farlo da tempo questo post anche perchè l'ho guidato ormai 3-4 settimane fa ...
Chi ?
Sua Maestà (il Citaro) nella versione snodata e per di più a metano ...
Come ricorderete le versioni da
12 metri a gas naturale non mi avevano entusiasmato (e non mi entusiasmano tuttora ... poi certo il parere è personalissimo e riguarda solo il motore) mentre questa da 18 va molto meglio ...
In accelerazione il fischio del turbo è potentissimo ...
pare debba decollare poi il tiro si attenua pur restando buono ...
il cambio è ottimo e come su un
Man Lion City non si avverte quasi il cambio delle marce ...
la frenata modulabile è quella classica Mercedes ...
la manovrabilità è eccellente tanto che a volte ci si dimentica di averlo, "il rimorchio"
Che altro aggiungere ...
posto guida classico, mi è piaciuta la funzionale soluzione dell'alzacristalli per "isolarlo" dall'utenza, della serie:
Mi sei simpatico abbasso il vetro, sei molesto, alzo le barricate ...

18 novembre 2009

bus stop referals


Una delle attività più diffuse dei bloggers è annotarsi le chiavi di ricerca utilizzate per arrivare ai vari blog e commentare in modo spesso ironico i lessici utilizzati.
Anche per arrivare a questo a volte vedo si utilizzano frasi strane ma vabbè ...
(magari prima o poi dedicherò un post)

Ho pensato fosse interessante invece fare una piccola divagazione restando nel tema, citandovi alcune affermazioni curiose sentite in questi giorni giungendo alle varie fermate.

Uomo sulla settantina alzando l'indice verso l'alto:
"va in via Marconi ?"

""
"ma poi si ferma lì ?"

Ma cosa significherà poi si ferma lì ?
chiedere se è presente una fermata ?
Beh, certo sennò mica te lo dicevo ...
O forse pensava la corsa finisse proprio lì ?

Ma quando mai ...
manco fosse stata mattina che a volte capita vi siano corse limitate al centro ...
Ma erano le 11 e 30 ...

Uomo sulla trentina:
"va in piazza ?"

E qui occorre specificare che, "la piazza", detto dall'anziano è da intendersi come il centro della città

Però tu hai 30 anni ...

maddai provaci ad arricchirlo il vocabolario personale sennò poi passano gli anni ed è un casino ...
favorito dalla lingua mica dovevi dire "downtown", bastava centro, era facile e potevi farcela !
per un attimo ho avuto la tentazione di stare al gioco, volevo replicare con un
"quale piazza ?" ma poi vabbè, ero un po' in ritardo, se si incartava a pensare la risposta diventava un disastro ...

(meglio non andarsele a cercare insomma se si può)

Donna sulla sessantina salendo:
"posso farlo il biglietto ?"

e me lo chiedi ?

lo devi fare sì altro che ...
direte:

dai autista, voleva sapere se l'emettitrice funzionava ...
Eh certo lo so bene ...
Ma quei mitici cartelli che segnalano se è possibile fare i biglietti in vettura come mai non li vede (quasi) mai nessuno ?

La più bella però, almeno tra quelle recenti (ma in futuro, devo prendermi degli appunti ... sennò poi le dimentico) è stata ovviamente quella senza parole ....
Un tizio di mezza età si avvicina alla porta anteriore, guarda il numero del bus, poi butta la testa dentro senza salire il gradino ...
guarda me, poi guarda il sedile di dx, quello di sx, riguarda me e poi senza dire una parola ...

Se ne va ...

Cosa cercava ?

eh, vai a sapere ....
trattavasi di un bus mica della vetrina di un negozio.

16 novembre 2009

sondaggio: cosa ti irrita di più ?


Risultati:
Dover salire su un bus strapieno 51%
Due bus l'uno dietro all'altro dopo una lunga attesa 22%
Un autista che procede a velocità folle 12%
Un autista che procede a passo di lumaca 8%
Un bus in ritardo 6%

Stravince l'allergia al bus strapieno ...
eh, vi capisco, meno male abbiamo quel nostro spazio personale che nessuno può invadere, perchè un bus strapieno irrita anche me
(e difatti da passeggero nel caso ne arrivi uno ... se posso, leggi non ho fretta, evito sempre), però, soprattutto a leggere certe lettere ai giornali, pensavo che per l'utenza fossero più irritanti due bus della stessa linea che arrivano insieme in fermata.
Chissà, mi piace pensare che a forza di leggermi sapete ormai che l'accodamento è quasi sempre una conseguenza del traffico e non sono gli autisti che in qualche modo si divertono a procedere insieme, per cui l'evento vi irrita meno ...
Seguono "gli Schumi del trasporto pubblico" ma qui, almeno personalmente, faccio un distinguo;
mi irrita colui che va a velocità folle e guida da panico, ma se spinge ed è lineare ...
Beh, lo capisco e sarebbe da ammirare:
probabilmente cerca di riassorbire un ritardo ...
Quel ritardo che irrita pochissimi di voi;
ne terrò conto ricamandoci ironicamente un po' su, quando inevitabilmente prima o poi arriverà quel qualcuno a rinfacciarmelo di essere in ritardo ...

P.S
e gli autisti che vanno a passo di lumaca ?
Dai, anche quelli cercate di capirli, probabilmente sono in anticipo e cercano di rimettersi in orario
tenete conto che l'anticipo non è mai ammesso ed è punito come da norme del regolamento interno ...
La calma del resto è la virtù dei forti
(pensa se poi ti fa pure evitare una sanzione disciplinare ...)

13 novembre 2009

ipo(te)tizzando


Oggi mi sono intrattenuto a parlare con un tale, di mezza età ...
Era arrivato chiedendomi perchè noi autisti non annotassimo le targhe dei trasgressori sulle corsie preferenziali e non era riuscito a cogliere il senso della mia risposta
(perchè non servirebbe a nulla ...
non avrebbe valore una nostra eventuale segnalazione in questo senso se il veicolo non intralcia la corsa del bus)
continuava a ripetere
"beh come no ... perchè no"
e vabbè ...
non senza difficoltà ho comunque chiarito tutto

(e non ti indignare con me ...
non è certo colpa mia se non ci danno questa opportunità ...
secondo me poi giusto perchè sotto sotto immaginano "la strage" che salterebbe fuori ...)

Certo, come spesso accade, la domanda è stata poi il pretesto per mettersi a parlare ...
abbiamo affrontato un sacco di argomenti vari ed eventuali, ma è stato buffo quando il discorso è caduto chissà perchè sullo sbarco dell'uomo sulla luna;
come al solito, quando mi capita di parlarne con qualcuno ho il vizio, forse perchè all'epoca ero appena nato (e quindi non ho vissuto con la giusta partecipazione l'evento), di disseminare tanti dubbi e pochissime certezze ...

Perchè per tanto tempo non ci sono più tornati e ora pare ci ritorneranno nel 2020 ?
2001 odissea nello spazio ci somigliava tanto ...
Alla Nasa hanno (sic) perso i nastri originali che documentavano l'evento ...
E' stato dimostrato (credo al Cern) che i motori della navicella non avevano la potenza necessaria per ripartire dalla Luna ...
Ecc ecc (ovvero foto sospette e quant'altro ...)

Il tale ascoltato tutto, strabuzzando gli occhi per il probabile disaccordo mi fa:
"quindi Lei arriverebbe ad Ipotetizzare che sulla luna non sono andati ?"

Sì, ma solo ipoteticamente eh ....

11 novembre 2009

chi è causa del suo mal ...


Oggi sale una signora ...
vuole sapere che bus deve prendere per andare nella via tal dei tali ...
Mentre spiego che in centro dovrà cambiare con la linea x, noto alle sue spalle un'altra tizia attenta e interessata ...
Talmente interessata alla conversazione che, di getto, penso sia una parente ...
Invece si tratta della solita curiosa capitata lì per caso che valuta, soppesa, pondera ogni parola che dico alla donna per poi dare la sua versione, ovviamente più saggia

"potrebbe anche prendere la linea y qui dalla periferia però ..."
"beh certo ma ..."
"sì sì signora, faccia così, gliela dico io la fermata giusta, abito lì ... "

e se la porta via ...
Forse non ci crederete, ma di ste persone ansiose di dimostrare agli altri che, LORO, sono più informate e sagge dell'autista, se ne incontrano anche troppe ...
Agli inizi mi ingastrivano un po', ora non ci faccio troppo caso e lascio correre ...
E se ricevono consigli strampalati e poco logici, fattacci loro ...
Avessi potuto finire la frase infatti, avrei detto alla signora che comunque, la via che cercava, si trovava dall'altra parte della città, per cui, secondo il mio modesto pensiero, sarebbe stato logico arrivare in centro con quel bus e poi cambiarlo ...
A parte che vi erano più linee a disposizione per raggiungere lo specifico punto (e non una sola ... come cambiando in periferia ndr) ma seguendo le mie indicazioni, avrebbe preso il bus dalla stessa fermata di discesa senza doversi cioè spostare di un millimetro, mentre seguendo il prezioso consiglio dell'arguta ficcanaso, dovrà percorrere almeno 50 metri a piedi per arrivare sulla fermata giusta ...
La vedo dallo specchio infatti mentre cerca di interpretare le indicazioni datele a braccio e si incammina un po' spaesata ...

De
l resto si dice che chi è causa del suo mal pianga se stesso ...
non hai avuto completa fiducia nell'autista ?
(certo che no, sennò l'avresti ascoltato ignorando la ficcanaso ...)
ecco, allora adesso cammina e goditi la (probabilmente lunga) attesa ...

9 novembre 2009

un buon giorno


Oggi, sto attendendo il bus per raggiungere la stazione e da là prenderò servizio ...
Arriva il bus, salgono con me anche due vigili urbani che vanno subito verso il centro del mezzo, mentre io resto a parlare con il collega.
Soliti discorsi da autisti ...

traffico ...
turni ...
ritardi ...

consapevoli che è lunedì, ovvero, che siamo solo al primo giorno della settimana.
Ad un certo punto arriviamo in un punto della stretta strada dove il bus non passa ...
La solita auto ferma in doppia fila, in prossimità di alcuni bar ...
Il collega suona il clacson una volta ma non accade nulla, poi una seconda, una terza ...
niente ...
a bordo non c'è nessuno e nessuno arriva, siamo bloccati e, per quel che mi riguarda, mi sono già scordato della presenza dei vigili sul bus ...
Che si materializzano all'improvviso:

"ok, interveniamo noi se ci apre ...
e quando la situazione si sblocca prosegua pure senza aspettarci"

il collega annuisce, in un attimo i due scendono ed iniziano a compilare il verbale ...
mentre di corsa arriva la 40enne proprietaria del mezzo ...
Che si sbraccia, parla, prega, senza ottenere nulla ...
Anzi, i vigili intimano Lei di spostare immediatamente l'auto in uno slargo dove poi proseguirà la compilazione dei moduli ...
Il bus riparte mentre la donna seccata pare avercela con il mondo intero, meno che con se stessa ...
Magari domani la leggeremo sul giornale che critica l'operato dei vigili urbani, così zelanti nell'intervenire con risolutezza dopo 2 miseri minuti, proprio con Lei che le regole le rispetta sempre, bla bla bla ...
Però intanto oggi un bel segnale ...
sapere che (ancora) qualcuno protegge e fa rispettare le regole in un paese dove ha volte pare regnare l'anarchia assoluta ...
Un (giusto) plauso ai 2 vigili urbani che spesso (quasi sempre), come corpo, vengono criticati nel loro modo di operare ...
Perchè quando si assiste ad un po' di giustizia, credetemi ...
Anche un lunedì diventa un buon giorno

6 novembre 2009

la solita ansia


Come ogni giorno sto attendendo al capolinea di partire per la corsa che inizia alle ore 9:25 ...
Stranamente nessuno mi ha chiesto a che ora riparto e credo sia la prima volta da quando faccio questo turno ...
(ma leggere le tabelle alle fermate ... mai ?)
Salendo sul bus (do il cambio al collega ndr) avevo notato una signora anziana seduta ...
Poi, dopo qualche modifica al sedile, agli specchi, le firme e la compilazione del registro, restava un po' di tempo ancora ...
Alle 9:23 sto sbirciando le ultime notizie sul quotidiano quando vedo un'ombra ...
la signora che prima era seduta si è alzata ed è di fianco a me:
"volevo sapere quando partiamo ... non è ancora l'ora ?"
il modo è brusco e il tono della voce inacidito ...
Queste persone mi indispongono sempre, anni fa, prima di fare l'autista avrei lasciato correre, le polemiche le evitavo temendo di perdere la calma, passando poi dalla parte del torto ...
Ma se c'è una cosa che ho imparato da questo lavoro invece è proprio mantenerla la calma ...
Così adesso in modo fermo ma educato rispondo sempre a tono ...
"no signora, partiamo ai 25 come da orario sulla tabella ... non l'ha guardata ?"
"non le guardo mai le tabelle e comunque sono già i 25 ..."
"veramente sono i 23 ..."
"2 minuti cosa cambia per lei ? sta a leggere i giornali ..."
"guardi, a me effettivamente cambia poco, ma qui le faccio un esempio:
Se dovesse prendere il bus e quello passasse 2 minuti prima, magari quando Lei deve ancora arrivare in fermata ...
non cambierebbe proprio nulla per Lei
?"
(silenzio)
"beh, io non volevo fare delle polemiche
(ah no ? ... pensa che prevenuto sono stato a pensarlo)
volevo solo sapere l'ora in cui ripartiva ...
se Lei dice che deve ripartire tra 2 minuti mi fido"
(e vorrei ben vedere !)
"mi scusi comunque"
"di nulla signora, neppure io volevo fare polemiche ...
le ricordavo solo che abbiamo degli orari, tra l'altro regolarmente esposti ...
quindi giusto rispettarli"
Poi lo so bene, 4 parole (le solite, di sfogo e senza filtri) l'essenza della persona sarebbe stata inquadrata perfettamente
Ma volete mettere ...

Non c'è davvero soddisfazione più grande che rintuzzare educatamente un attacco piccato, sentendosi porsi addirittura le scuse finali ...

4 novembre 2009

sondaggio: perdendo il bus in fermata


Risultati:

Così imparo ad uscire prima di casa 40%
Credo nella buona fede dell'autista 25%
Lo ha fatto apposta mi aveva visto 22%
Ma chissenefrega 12%

Che dirvi, risultati incoraggianti e onesti ...
mi viene da pensare che chi crede sempre e comunque nel "complotto" da parte degli autisti non sia molto avvezzo all'utilizzo di internet.

Riconosco comunque che quasi sempre noi si vede tutto ...
anche e soprattutto i ritardatari che si sbracciano in lontananza e lì, come detto più volte sono tanti i fattori che determinano l'attesa in fermata:

- l'eventuale ritardo
(per una forma di rispetto verso chi in fermata era in attesa, magari da un po', mica posso aspettare tutti accumulando altro ritardo)
- il blocco di sicurezza porte eventualmente presente
(se sono ripartito mi devo arrestare completamente per aprire la porta senza poter intanto andare verso alla persona per velocizzare la salita a bordo ...)
- la posizione
(a volte uscendo dalla fermata non è troppo sicuro fermare un bus in mezzo alla strada)
- l'età
(che certa gente mica lo capisce ...
e magari per prendere il bus rischia di rimanerci secco ...
per stiramento oppure infarto che sia)

e mille altri motivi vari ed eventuali ...

Diciamo che di solito si cerca di accontentare tutti e a dirvi questo, credo di parlare a nome della maggioranza degli autisti
(poi certo, qualche persona non troppo corretta esiste e la domanda è: Una categoria di "puri" assoluta, esisterà ?)

Meditate gente meditate ...
E magari come saggiamente avete riconosciuto qui, se restate a terra la prossima volta provate ad uscire di casa 5 minuti prima ...
Sono sicuro che il bus poi non lo perderete.

2 novembre 2009

l'annuncio



Tra la miriade di appartamenti offerti in (sub) affitto, regolarmente "contrattualizzati" in nero, l'altro giorno mi è caduto l'occhio su questo annuncio ...
Che dirvi, confesso che a volte ne ho strappato qualcuno pure io e del resto ...
Si trovava proprio sopra agli orari delle fermate coprendoli
(della serie uno tollera, ma quando è troppo è troppo ...)

Certo la faccia è tostissima ...
stai proponendo abusivamente un posto letto ...
lo vendi a prezzi di usura ...
E ti incavoli se qualcuno passa e toglie un annuncio che manco avrebbe ragione () di esistere e stare ...

Mi sono sempre chiesto perchè, chi di dovere in questi casi non interviene mai, salvo poi inviare rigorose sanzioni al lavoratore dipendente che in buonafede, per un errore di conteggio, omette la dichiarazione di qualche euro sul 730 ...
(è capitato in famiglia ndr)

Boh, pensare che questi lasciano anche il numero di cellulare ...
(più comodo di così rintracciare la persona)