considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

29 marzo 2010

dobbiamo lavorare



E' capitato di nuovo !
Quale occasione sarà ?

anche se mi sforzassi i conti esatti non tornerebbero mai.
il solito furgone parcheggiato da bestia (e chiedo scusa alle incolpevoli bestie, quelle vere, che per natura, parcheggi non ne fanno ... e ho il sospetto che in questi termini mai ne concepirebbero) nella solita, stretta, strada ...
Infilo lo snodato non troppo convinto di passare, ma vabbè, uno che crede possibili simili parcheggi quasi si meriterebbe di essere il responsabile di un blocco epocale del centro storico ...
In un attimo ho immaginato la scena che comunque, vi confesso, è il sogno proibito di tanti autisti, ovvero:

Il bus incastrato tra le colonne del portico e il furgone, e per incastrato intendo l'impossibilità di andare avanti e indietro ...
Da qui, la necessità dell'intervento dei vigili del fuoco (!!!), così, giusto per vedere la faccia di colui che un casino del genere lo ha generato, dinnanzi ad un tale dispiego di mezzi (di clacson e di persone inferocite)

Ma sapete qual'è la verità ?
Che siamo troppo abili nel nostro mestiere ...
E spesso anche le cose impossibili/improbabili poi riescono ...

Così, mentre la coda del bus sfila ad un centimetro dal furgone, le immagini dei vigili del fuoco, della grande gru che avrebbe rimosso i mezzi e i titoloni dei giornali locali che avrebbero commentato l'indomani l'episodio, scompaiono ...

E chi appare ?

Il tale del furgone all'improvviso e da dietro la colonna ...
Guarda la situazione e come spesso accade si rincuora, non ho mai capito se perchè gli specchietti sono ancora al loro posto (l'unica vera preoccupazione ?) o se perchè anche stavolta ha evitato di dover rimuovere frettolosamente il mezzo ...
E' un attimo, sto valutando l'approccio mentre l'alzacristalli scende ...
Mi guarda e prima che possa aprire bocca si giustifica nel solito modo:
"Ah, oh, noi dobbiamo lavorare ..."
Lo fa con le braccia aperte e in tono convinto ...
come se la giustificazione insomma fosse ineccepibile e inattaccabile ...

Che cosa rispondere ad uno così ?
ricordargli come ho fatto in passato che pure noi staremmo lavorando ?
mandarlo a quel paese ?
insultarlo di brutto ?

scelgo la sua stessa strada:
"Ah, oh, scusa allora se ti ho disturbato"

detto senza rallentare la marcia ...
Mentre chi ha sentito sghignazza (il tono era pacato ... ma l'incazzatura evidente ...)
lo vedo che fissa il bus perplesso, forse non se l'aspettava una frase del genere ...
Magari si aspettava la polemica genuina, nuda, cruda, magari urlata ed era pronto allo scontro ...
Questa sottile e fulminea lo ha un po' preso alla sprovvista ...
Un tale sul bus commenta:
"avete una bella pazienza ..."
(già, ma non farmici pensare troppo, sennò è proprio questa la volta che mi scappa)

6 commenti:

S ha detto...

eh... sempre di più grandi verità

laura ha detto...

mi fai tanto ridere...
e davvero da quando ti leggo guardo con un altro occhio i condecenti dei bus che prendo quotidianamente.
e quasi mi verrebbe voglia di farti un po' di pubblicità...
ciao laura

Marcella ha detto...

Porca misera... poveraccio quello doveva lavorare solo lui !
Comunque è vero che certe volte tali pesone restano spiazzate da commenti diretti ma pacati... questo magari si aspettava chissà quale insulto invece ti sei comportato da singore ! Complimenti !

CassieraInBilico ha detto...

è allucinante.. a me più di una volta è capitato di stare su bus bloccati per via di questi che "ah oh noi dobbiamo lavorare". eh noi no invece

Marcella ha detto...

No No noi non abbiamo un cazz da fare tutto il giorno :D ve ??? ahha

autistaxcaso ha detto...

x S:
... a volte è bene dirle infatti, sennò poi la gente tende a dimenticarsele

x laura:
la pubblicita la devi fare assolutamente, coinvolgendo soprattutto quelli che non prendono il bus x sfiducia ...
Magari leggendo chissà che non rinsaviscano

x Marcella:
con gli anni ho affinato il modo di promi e sono ormai convinto che al posto degli improperi (che a volte comunque scappano e sono sacrosanti) molto meglio buttarla sulla tagliente ironia.
Noto fa molto più male
Se poi, e ci ho fatto anche un post tempo fa, quando uno ti manda a quel paese perchè sei ripartito mentre lui arrivava (un puntino all'orizzonte) ti fermi ad aspettarlo, ovviamente, con la porta anteriore aperta ...
Beh, ti dico che alcuni hanno pure cambiato strada imbucandosi nella viuzza laterale ...

x Cassiera:
noi e chi è sul bus, andiamo a spasso per piacere personale ...
(lavoranmo solo loro)