considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

19 aprile 2010

la manovra


Oggi sono fermo al capolinea che attendo di ripartire ...
Luogo insolito il capolinea, vuoi per la quiete del bus vuoto, vuoi per le solite domande nonsense che non mancano mai
(un grande classico: ma riparte ?
no, sappia che da ora resteremo qua vita natural durante !)
Nella strada deserta, noto un'auto avanzare e fermarsi poco davanti al bus ...
Dall'attività commerciale attigua al capolinea, esce un tale che va a piazzarsi in mezzo alla strada:
"vieni, vieni, sterza tutto e gira là ..."
la tipa che guida però non ha troppo dimestichezza con lo sterzo ...
lo muove lentamente disegnando un diametro troppo largo e avvicinandosi pericolosamente con il posteriore dell'auto al vetro del bus ...
Guardo il tale che dirige le operazioni a braccia e con la voce, in un misto di curiosità e leggera inquietudine:
"spetta, frena, vai avanti, gira, riprova"
l'auto è di nuovo parallela al veicolo parcheggiato sulla dx (trattasi di senso unico ndr) e, almeno quello,il raddrizzare il veicolo, pare essere nelle corde di colei che conduce ...
Che richiama l'attenzione dell'uomo e domanda lumi circa la manovra da compiere ...
lui spiega, lei riprova ma nulla, stesso risultato di prima e lì sarei tentato di scendere dal bus per chiedere se mai serva aiuto ...

non è difficile ...
tutto sotto sulla dx ed entri in retro ...
viene da sola dai ...
basta giusto crederci un po' !!!

ma poi penso che sta gente è mediamente strana ...
il gesto verrebbe letto come una provocazione e probabilmente ci scapperebbe immediato l'orgoglio ferito ...
che di conseguenza genererebbe un arrogante approccio:
Crede non abbia capito e che non sia in grado ?
(no, no, giammai, io non credo nulla ... faccia pure lei)
Così mi astengo da ogni azione, continuando a guardare ...

Al terzo tentativo fallito, mi ritrovo a pensare che per fortuna la strada è periferica e deserta ...
Fossimo in una zona centrale della città cosa accadrebbe ?
La vera preoccupazione però è che da lì ad un minuto ripartirò ...
dovrei farlo almeno ...
E a quel punto, forse anche il tipo che suggerisce realizza che c'è il rischio concreto di fare notte ...
Così dice alla conducente:
"dai vai indietro e poi entra all'avanti ..."
Lei, non senza difficoltà finalmente posiziona correttamente l'auto per entrare ...
E mentre lui le urla "aspet", vedo la vettura sobbalzare pesantemente sul marciapiede ...
Non le è riuscito manco di imboccare lo scivolo che agevola il passo carraio insomma ...
La vedo scendere dall'auto mentre, colta al volo l'occasione e riavviato al volo il mezzo sfilo veloce...
In un attimo eccola che gesticola animatamente, chissà poi con chi/cosa ce l'abbia ...

Qua è di moda parlare ed essere preoccupati per le minicar in questi ultimi giorni ...
però a vedere in azione certi conducenti di vetture convenzionali, viene da chiedersi se non sia il caso di allargare il campo ...
Che fosse il primo parcheggio che faceva ?
Difficile crederlo consideratà l'età non certo adolescenziale ...
Eppure la padronanza del mezzo (anche in manova) fa parte delle conoscenze indispensabili per la guida di un veicolo ...

3 commenti:

S ha detto...

insomma la solita impedita

informapazzoidi ha detto...

oddio sembra di vedere me :P

CassieraInBilico ha detto...

un pericolo ambulante insomma