considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

12 novembre 2008

musica

video




Periodo tranquillo …
Complici linee e orari prettamente “da anziani” non è che capiti tanto a bordo;
meglio così visti anche i recenti chiari di luna (leggi lettere ai giornali)...
Quindi come non approfittarne:
Quando è tutto sotto controllo indosso l’auricolare e ascolto della musica …
Capita di chiedermi che rapporto abbiano le persone con la musica, per me semplicemente è fondamentale e come diceva un noto slogan:

Se non esistesse bisognerebbe inventarla
.

A seconda dell’occasione e del brano è rilassante e/o può darti la carica, aiuta a mantenersi di buon umore, fattore questo secondo me basilare quando vai a porti con chi non conosci:
Leggi, sarà più facile evitare contrasti quando ti si parerà a fianco l’immancabile polemico.
E non bisogna mai dimenticarsi del traffico e degli utenti della strada che, linea tranquilla o no, sono sempre imprevedibili.

Come oggi …
Partito dal semaforo devo spostarmi a sx, un collega è in fermata e occupa metà corsia …
Così aziono l’indicatore di direzione per sorpassarlo e guardo lo specchietto;
ci sono 2 auto nelle vicinanze e un taxi a circa 50 metri dal bus …
A forza di guidare e di immetterti migliaia di volte in questo modo, con un colpo d’occhio, mentre procedi, capisci chi puoi fare passare e chi non danneggerai con la tua manovra, eppure, stai sicuro che spesso e volentieri trovi quello che pensa di essere più furbo di te:

Nel caso di oggi, il taxista …

Che quando vede il bus che si sposta accelera bruscamente e manda a quel paese i tuoi calcoli …
Qui però fa male i suoi …
Perché l’autista, forse anche aiutato dal benessere infuso dalla musica che sta ascoltando (o se non può ascoltare, da quel motivetto che mentalmente ripercorrerà inspiegabilmente per tutta la giornata) tollera di tutto ...
mancate precedenze (come piovesse), soste improvvise (selvagge e da cartellino rosso) pedoni che attraversano improvvisamente ovunque (quasi mai dove dovrebbero farlo) e chi più ne ha più ne metta …
Però a tutto c’è sempre un limite e quando dopo aver valutato la situazione, ti vede arrivare arrogante con tutte le luci sfavillanti e accese (anche quelle di cortesia interne) te lo devi aspettare che ti lascerà sacramentare a metà autobus …
Palesemente oltre quella doppia linea continua che delimita la carreggiata …

Inutile che ti arrabbi …
Ti bastava procedere ad una velocità costante e ti saresti accodato senza manco sfiorare il freno …
Invece volevi fare il furbacchione …
Ma evidentemente non sapevi che i bus, pur nella loro massa, sono capaci di spunti in accelerazione interessanti a saperli guidare
(non proprio tutti, ma oggi ti è andata male … ne hai beccato uno brillantissimo) …
Ora lo sai e oltre all’onta di non essere riuscito a sorpassare il mezzo pesante (anche tu sei un professionista della strada ndr), ti becchi pure gli improperi di chi ha visto tutta la scena e ora incrociandoti “scossa la testa” e ti compatisce …

Magari vi chiederete:
Quale canzone ha permesso all’autista di restare calmo e tranquillo e di ridersela pure alle spalle del malcapitato ?
Forse non ci crederete …
”I feel good” di James Brown
(e mai brano poteva capitare in una situazione migliore)

6 commenti:

volmay ha detto...

Colonna sonora degna di un film, a quanto pare.
Però è vero: a forza di immetterti impari ad occhio chi puoi far passare e chi no. A volte non soltando dalla distanza e dalla velocità, bensì dalla sicurezza che vedi nella persona alla guida.

bruno ha detto...

Il mio rapporto con la musica è questo:

www.myspace.com/licenzaacustica
www.myspace.com/brunocontinsolist
:-)

autistaxcaso ha detto...

x Volmay:
verissimo e in effetti quando poi lo vedi troppo sicuro ...
A volte lo punisci

x Bruno:
uhm, bello il jazz ...
se mi passi il paragone, ti ricordi "Eramo e Passavanti" un duo di qualche anno fa che è stato a Sanremo ?
Ecco, come Licenza Acustica me li avete ricordati (passamelo eh il paragone ... per me non erano male anche se poi sono spariti, ma del resto mica solo chi ha successo è in gamba)

ciao, grazie per i commenti

gianluca ha detto...

parole sante, autista, parole sante!!

citaro85 ha detto...

per curiosità, che macchina avevi?

autistaxcaso ha detto...

mi pare fosse un iveco citiclass a metano (no motore cursor) insolitamente brillante ...

ciao a presto