considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

3 novembre 2008

calmo & sereno





I giorni in cui vi sono delle deviazioni alle linee sono sempre i peggiori.
Non so per quale ragione, ma quasi sempre le persone associano il disagio che stanno subendo a te che stai guidando il bus.
Chissà, magari pensano che complice la tal manifestazione l’autista in base alle sensazioni momentanee (leggi tiramenti personali) inventi un percorso estemporaneo e lo imponga con totale nonchallances

L’altro giorno, mentre era in atto una deviazione, ho incontrato uno dei personaggi più curiosi di sempre a cominciare dall’approccio …
Calmo, sereno …
Mi chiede come può fare per arrivare nel determinato ospedale …
Domanda da 1.000.000 di dollari visto che il centro è chiuso e tutte le linee che vi passano sono appunto deviate …
Così, riflettendo un attimo, dico lui che il luogo più consono per prendere la linea che porta al tal ospedale è la stazione …
Dove in quel momento transitano quasi tutte le linee (deviate e non)

Mi aspetto qualche borbottìo …
almeno un sospiro di insofferenza …
Invece nulla, il tipo è tranquillo, dice anzi che in certe giornate deve essere pesante guidare e stare in mezzo al traffico che ci vuole pazienza da parte di tutti, dell’utenza soprattutto …
Mostra comprensione anche quando dico lui che non so bene quale sarà la fermata (provvisoria) giusta dove prendere quel bus …

E’ certo, lei sa della sua linea ed è già tanto …
mica si può pretendere che conosca anche i percorsi deviati delle altre


E lì, verrebbe la tentazione di organizzare una manifestazione per dare a lui in dono le chiavi del bus, dichiarandolo autista onorario in segno di riconoscenza per le parole spese …

Però …
qualcosa non mi torna …
per esperienza, tanta cortesia fa davvero a pugni con l’arroganza e con la frenesia schizzofrenia di certi giorni …

Così arriviamo alla stazione e mentre sto pensando di essere stato inopportunamente prevenuto, il tipo mi saluta e mentre sta scendendo si gira e mi fa:

Ah, io il biglietto non l’ho convalidato …
in una giornata come quella odierna del resto, mica dovevo farlo


Detto con una faccia …
Che assomiglia più ad un culo che ad un viso (e passatemi la metafora esplicita)
E prima che io possa minimamente reagire è già scomparso …

Mentre riparto penso alla psicologia delle persone a quelle nozioni che ti insegnano nei corsi per indicarti come porti senza creare contrasto …
Ecco, questo sarebbe davvero un caso interessante su cui riflettere, un comportamento che esce dai soliti canoni …

Per quale ragione avrà sentito il dovere di confessarmi che il biglietto non l’aveva fatto ?
Non poteva prendere e scendere senza aggiungere nulla oltre all’augurio di buona giornata di rito, ricambiato ?
Forse si sentiva in colpa e avrebbe voluto quell’approvazione che un autista non avrebbe mai potuto dar lui ?
(del resto deviazione o no era un giorno come tutti gli altri … non vedo perché il bus non si dovesse pagare)
Che risposta si sarebbe aspettato di ricevere ?

Bah, interrogativi che mai verranno chiariti dal diretto interessato …
L’unica cosa certa è che ha scroccato inopportunamente un viaggio a gratis …

4 commenti:

volmay ha detto...

...e pure dei consigli, a gratis!

silviaaa ha detto...

non so se è il caso.. ma molti adulti hanno imparato tecniche particolari per offendere, insultare o semplicemente contestare e rompere le scatole con pareri non richiesti:
partono da delle affermazioni che sembrano quasi esserti solidali con te.. per poi piano piano inserirci la critica e innescare la polemica.
non ero lì quindi non so, ma leggendo mi viene in mente che forse ha detto tutto in maniera ironica, e ci ha tenuto a dirti che non aveva timbrato il biglietto, come segno di protesta e disapprovazione

Stella ha detto...

Secondo me, te l'ha detto come per dire: voi fate gli stroxxi?
E allora io pure, vieni a dirmi qualcosa se hai il coraggio.

Vedrai che se ne sta pure vantando con gli amici ...

(bah)

autistaxcaso ha detto...

Boh, l'atteggiamento non era ne borioso ne caustico, anzi pareva sincero ...
e anche quando mi ha detto di non aver fatto il biglietto pareva candido ...

non so cosa pensare ...
se non che la gente è strana ...

ciao a presto