considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

29 dicembre 2008

il sottopasso




Ricordate la nonna cocciuta di cui ho scritto qualche tempo fa ?
Bene, ecco illustrato in foto il punto di attraversamento (zona fuxia)Evidenziate con F le fermate, essendo la via in questione centralissima, credo immaginerete quanto frequenti siano tali attraversamenti.

Uomini, donne, ragazzi, persone in bici (!!!) si vede di tutto …
Ti si parano davanti al bus incuranti del rischio …
Sono soprattutto anziani, tanti con difficoltà motorie a rischiare di essere arrotati.
Vanno lentamente da un capo all’altro della strada generando situazioni pericolose …

Eppure, un sottopasso esiste da anni …
Sarebbe sicuro, anche alla voce malintenzionati:
Lungo una decina di metri è illuminato e sotto oltre ai bagni pubblici, vi sono i locali dell’azienda trasporti …

O forse sarà il caso di dire vi erano ?

Stamattina è arrivato l’avviso della chiusura del suddetto sottopasso dal 1 gennaio …
Temporanea o definitiva ?
Boh, mi informerò …
Io spero la prima, tali locali sono un punto di appoggio essenziale e nevralgico per improvvise, nostre, necessità fisiologiche, anche se realisticamente mi viene da essere pessimista …
Di fatto siamo gli unici "affezionati" avventori del sottopasso e per indurre le persone ad utilizzarlo servirebbero delle scale mobili …
E’ evidente che la causa principale che ne scoraggia l’uso sono i gradini …
Non credo però verrà fatto un investimento in tal senso …

Nel caso di chiusura definitiva, la prossima volta che trovandomi in zona avrò un "emergenza" ...
Credo che sacramenterò un bel po' verso la popolazione ...
(l'attraversamento selvaggio ormai tocca sopportarlo, ma la mancanza di un bagno comodo quando serve ...)

0 commenti: