considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

1 dicembre 2008

una settimana da Dio




O meglio 8 giorni magnifici
Sono stato a Miami che in questo periodo merita davvero …
Temperatura oscillante tra i 26 e i 28 gradi
Cieli azzurri ed assolati …
Se il paradiso esiste in questa terra, secondo me in questo periodo dell’anno si trova a quelle latitudini, poi forse sono solo di parte …

Adoro gli Stati Uniti dalla prima volta (era il 1997) che vi misi piede …
Poi certo non mi illudo, io parlo della vita da turista dove tutto si può o quasi, basta avere in tasca dei dollari …
La vita da residenti deve essere ben diversa, non lo metto in dubbio, ma quel senso di libertà che, da turista, si prova a viaggiare sulle freeway americane, io credo abbia pochi eguali al mondo …
Ve lo dice uno che è a contatto con il traffico quotidianamente e forse, un po’ di esperienza l’ha ormai messa insieme …
In questi 8 gg, nonostante il concerto di Madonna, i vari eventi sportivi che impegnavano i Dolphins e gli Heat il Thanksgiving Day, e il Black Friday, abbiano intasato le corsie quasi ogni giorno, praticamente a tutte le ore, non mi sono stressato neppure un po’a guidare …
Il traffico scorreva sempre ordinato, magari lento, ma non trovavi mai quello che procede zigzagando tra i veicoli, raramente incontravi auto in doppia fila poi , cosa notevole, mancavano in modo assoluto gli scooter …
E quelle poche bici che si incontravano viaggiavano sulle piste ciclabili
(e ora non venitemi a dire che là ci sono e qui mancano …
perchè qualora vi siano, anche qui da noi, sono spesso ignorate
)










Dicevo degli Heat, squadra di basket locale …
Durante il soggiorno ho visto un paio di partite, una vinta, l’altra persa, la correttezza dei tifosi è stata sempre esemplare …
Slogan, al massimo fischi, mai cori ingiuriosi o atteggiamenti “maneschi” nonostante le tifoserie entrassero e defluissero gomito a gomito …
La serenità era assoluta poi forse qui da noi direbbero che quelli non sono tifosi, però lo spirito, assistendo ad una partita di qualsiasi disciplina dovrebbe essere proprio quello …

Ma cosa c’entrano le invasioni ?
Le aggressioni ?
I danneggiamenti ?

Giusto che ognuno tifi per chi vuole e pazienza se il mio vicino di posto non ha la mia stessa fede sportiva …
Siamo proprio sicuri che se tutti la pensassimo allo stesso modo sarebbe un mondo migliore ?

Da quelle parti, le regole chiaramente evidenziate su cartelli e opuscoli sono seguite dal (rafforzativo ?) It’s the law

Allaccia le cinture …
Non sporcare …
Non pronunciare frasi ingiuriose …
Non avere atteggiamenti violenti …
It’s the law è la legge …
Come a ricordarti che se “sgarri” c’è spesso il carcere …
E là agenti che pattugliano le città ce ne sono davvero


Una su tutte …
Ad ogni transennamento delle strade per i lavori in corso
(anche all’apparenza banali) era presente l’auto della polizia nelle immediate vicinanze (!!!)
Come qua da noi insomma dove le sempre più scarne risorse messe a disposizione dallo stato e l’immancabile evoluzione della professione
(leggi, migrazione dalle strade alle scrivanie degli uffici) sta rendendo la specie (agente o vigile che sia) ormai in via di estinzione …

Quindi tutto perfetto ?
Ma no dai, vedere nei tg i campioni dello sport locali servire alle mense e/o aiutare i poveri dispensando sorrisi in ogni dove, sa tanto di facciata e poco di davvero sentito …
Anche se ammetto sarebbe curioso vedere Del Piero e Totti servire purè alla mensa e/o che imbiancano palizzate sterminate (a gratis) anziché inseguire uccellini e istigare alla telefonia mobile (remunerati).

Ci volevano proprio 8 giorni così …
Magari fisicamente non mi sono riposato tanto …
Però mentalmente sono di nuovo a posto ...
per affrontare quello che è il mese più duro dell'anno ...

1 commenti:

Stella ha detto...

Bentornato! :-*