considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

24 agosto 2012

ci saremmo capiti


Ieri, l'assoluta tranquillità di un mattino semideserto, viene interrotto da un tale.
40 enne, vestito sportivo, piomba all'improvviso sul posto guida.
Cerca una fantomatica "via industriale" e non avendola mai sentita nominare prima, avanzo a tentativi per capire esattamente cosa cerchi.
"Vuole andare alla zona industriale qui vicina ?"
Lui fa si con la testa anche se non troppo convinto ...
"In tal caso, scendendo alla prossima fermata, c'è la linea che la attraversa"
Mi chiede se la zona industriale sia sulla destra o sulla sinistra, indico la parte destra chiedendomi che razza di domanda sia e lui subito spiega.
"Prima ho guardato su google maps e mi dice che è di là"
indicando la parte sinistra sul vetro del bus.

si ma, di là dove ?
e rispetto a cosa ?

Ma del resto ho sempre sospettato che tutti questi aggeggi elettronici di ultima generazione creino dei piccoli mostri.
Come quando arrivano mettendoti lo schermetto sotto al naso e ti dicono
"devo andare dove c'è la freccia, come faccio ?"
e vedi quel minuscolo puntino in un dedalo di strade sterminato ...
(fa piacere ... ma un po' dettagliata e ristretta la piantina no ?
se ero in te, partivo dalla visione del globo per intero ... 
bella la tecnologia, bellissimo poi saperla usare anche).
Tornando al tale, dopo quache attimo di silenzio imbarazzato tra noi (con miei pensieri della serie:
ma dove cavolo devi andare ?
parla !!!) finalmente si ricorda di aggiungere il particolare fondamentale:
"devo andare all'ufficio postale"
"ah ok allora sta cercando via dell'industria"
"sì, ehm, industriale, industria ...
beh dai ci saremmo capiti comunque"

A beh, come no ...
del resto notavo come ci stavamo capendo al volo ...
Ancora un po' e andavo a cercare una apps che trattasse di veggenza ...
(con quella, unita al tuo portentoso navigatore, chissà ...)

0 commenti: