considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

31 agosto 2012

fregature



Ieri, arriva un tale con il biglietto in mano.
"senta, scusi, dura per 2 corse questo ?"
e mi porge un biglietto di corsa semplice tra le mani.
"questo dura 60 minuti, entro i quali, se riesce, può farne anche 50 di corse"
"Il tabaccaio me lo ha venduto per 2 corse, mi sa che mi ha fregato"
E' mattino presto e non riesco ad afferrare immediatamente dove stia la fregatura, ma poi improvviso il sospetto.
"Scusi, ma quanto l'ha pagato ?
1 euro e 20 vero ?"
"no, 2 e 40"
"ah allora confermo ...
ha preso una grossa fregatura davvero"

Mi sembrava una persona lucida (che sui bus ... quelli un po' strani sono all'ordine del giorno) così ho consigliato lui di ritornare dal tabaccaio a chiedere lumi ...
Credo però fosse di passaggio in città (e la stessa impressione immagino l'avrà avuta il fantomatico tabaccaio) per cui non so se effettivamente l'abbia fatto

Certo che tristezza ...
Ma si può essere così disonesti ?

4 commenti:

Jackie ha detto...

anni fa ero stata fregata da un tabaccaio che mi aveva venduto un biglietto citypass scaduto (li avevano cambiati e io non vivevo a Bologna ma ero solo di passaggio) cosi una volta salita la macchinetta mi diceva che non andava bene e ci ho rimediato pure una figura di merda.

magari è sempre lo stesso "tabaccaio furbone"....

Cassiera in bilico ha detto...

si può, si può, purtroppo spesso si viene fregati appena ci si distrae un attimo!

mache2oo ha detto...

Azzarderei un'ipotesi, cioè che il tabacchino gli ha dato 2 biglietti (quindi 2 corse) facendogli pagare giustamente 1 euro e 20 * 2 quindi 2 e 40 ma il tale si è perso il secondo biglietto mentre metteva tutto nel portafoglio.
Spero.
O sono un'illusa?

Carlotta ha detto...

Un po' triste, ma soprattutto con i turisti capitano spesso questi " fraintendimenti"