considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

13 febbraio 2013

scarpe sporche


Ieri alla fermata del cimitero sale una tipa di mezza età.
Chiede dove prendere un'altra linea che passa in pieno centro, ci troviamo su un bus che il centro praticamente lo sfiora, per cui indico una fermata dove scendere ...
Che poi basteranno 5 minuti a piedi per arrivarci.
La donna annuisce, approva e ringrazia, anzi no ...
perchè dopo un minuto la vedo tornare sui suoi passi.
Mi chiede se c'è un modo per raggiungere una fermata dove la linea che gli interessa passi, però che non sia in pieno centro.
La guardo con il punto interrogativo e lì si sente in dovere di chiarire.
"E' che ho sporcato le scarpe, sa com'è attraversare il centro ..."
Indico allora un ulteriore percorso che implicherà il cambio di 3 linee diverse con conseguente dispendio di tempo.
Mentre parliamo ovviamente butto un occhio alle scarpe senza cogliere il motivo di cotanto imbarazzo;

se si sono sporcate, probabilmente si tratta del "lato cieco" che io da quella prospettiva non riesco a vedere.
Mentre la tipa se ne va soddisfatta, io resto un po' basito.

Boh, non ho capito perchè evitare il centro ...
Comunque resti in giro tra la gente, della serie:
Se le scarpe sono così impresentabili o le vai a cambiare o te ne freghi ...

1 commenti:

Shunrei ha detto...

Guarda, questa non la capisco proprio manco io: mi porrei il problema a dover entrare in casa di qualcuno o in un negozio con le scarpe infangate (ma per paura di sporcargli il pavimento!), ma dovendo solo camminar per strada... si vede che aveva del tempo da perdere (e una discreta paranoia)! :D