considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

27 agosto 2008

il ritorno del superpollo




Tempi cupi ...
la connessione a internet funziona "autonomamente", della serie:
Quando ne ha voglia va, quando non ne ha voglia no ...
peccato che questa seconda ipotesi sia di gran lunga superiore alla prima ...
Oggi era tragica; fino a 5 minuti fa "buio assoluto" poi improvvisa e inaspettata (inspiegabile) fu luce ...
Posso quindi tornare a scrivere in attesa di risolvere definitivamente il problema (e ovviamente spero di riuscirci presto)

Qualche giorno fa ne è accaduta una bella ...
al capolinea, salgono 3 colleghi verificatori …
Il bus è deserto, si siedono nella parte anteriore del bus …
Guardandoli dallo specchietto, non posso non pensare al “superpollo” (o meglio ancora, la super gallina) citato da Kingfreak nel suo post del 17 luglio scorso.

Che fosse la giornata del grande ritorno ?
Occasione allettante, ma c’è da dire che, sarà il ricordo delle ferie ancora fresco, saranno i ritmi ancora bassi, in questi giorni mi capita di essere particolarmente buono.

Così ho agito in modo e maniera da non essere troppo “bastardo dentro”.
Ho fatto salire tutti dalla porta anteriore, in modo che, entrando, si trovassero di fronte a sx il primo verificatore in borghese, con il tesserino di riconoscimento che pendeva dal collo …
E non fosse bastato, sulla dx si vedevano gli altri 2 uno di fronte all’altro …
Che parlavano a voce alta di lavoro …
Frasi sull'onda dei ricordi del tipo “l’ultima linea che feci ” oppure, riferita a probabili racconti di colleghi autisti “ha fatto ritardo
che se non sei proprio scemo, ti identificano coloro che su quel bus “ci stanno lavorando

Peccato per chi non paga per partito preso ma dai …
non ho voluto essere cattivo fino all’osso …
se lo fossi stato avrei fatto salire tutti da dietro per metterli alla prova ...
Certo, va detto che nonostante i verificatori fossero praticamente sulla porta, la gente salendo non timbrava il biglietto …

1, 2, 5 persone …
vabbè che vanno quasi tutti al lavoro ma saranno davvero tutti abbonati ?
7-10-13 persone …
pochi obliteravano …
praticamente nessuno faceva il biglietto a bordo …
15-18-20 persone …
ormai cominciava a montare forte la curiosità di sapere quanti erano in regola ...

Superata la ventina di persone a bordo, con un sincronismo perfetto i 3 verificatori si mettevano a controllare i biglietti …
Incredibilmente erano tutti in regola …
meno uno …

Lui appunto, il superpollo
Che non aveva notato i verificatori già a bordo …

Era un uomo di mezza età che dalla faccia, mentre gli compilavano il verbale avrebbe voluto essere ovunque …
Meno che lì …
Non una parola …
Non un gesto …
Immobile, passivo, ipnotizzato … esteriormente
Interiormente secondo me stava elaborando più pensieri al secondo lui, di un modernissimo quad core intel
Che poi pensieri …
credo che ne ricorresse soprattutto uno …
che coglione
avesse potuto schiaffeggiarsi e autoflagellarsi credo lo avrebbe fatto …

Io invece, avessi potuto, avrei detto lui:
sarebbero stati 40 euro, ma ad uno come te ne farei almeno 80 per l’impresa …
Pigliare la multa, quel giorno, su quell'autobus non era per niente semplice …
E’ come se ti avessero beccato in autostrada mentre facevi 150 km/h …
Nonostante i poliziotti non stessero nascosti come loro solito dietro a qualcosa …
Ma fossero invece sul ciglio di una strada lunga e pianeggiante in totale assenza di foschia …
Cavolo, dirtelo esplicitamente di fare il biglietto era troppo …
Non si poteva …
E allora il multone te lo sei meritato tutto.
Tra l'altro mi ero riproposto di essere buono, ho anche fatto salire tutti davanti, ma poi sei arrivato tu ...

cerchi di essere leale e accondiscendente per renderti conto in seguito che non è servito a nulla ...

... Che IPERPOLLO

0 commenti: