considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

20 luglio 2009

ma cosa doveva fare ?


Periodo pieno di lettere critiche ai giornali ...
Sarà l'estate, mi sono sempre chiesto se l'aumento delle lettere che ci riguardano sia proporzionale a quello delle temperature ...
Chissà magari gli argomenti latitano un po' ...
Alle prime grandi ondate di calore sono partiti puntuali i soliti suggerimenti:

Bambini e anziani in casa nelle ore più calde,
bere molto,
consumare molta frutta e verdura evitando i cibi pesanti ...

Le solite pagine di raccomandazioni che si tramandano tali e quali ormai da secoli.
Detto una volta però si esaurisce l'argomento ...
E allora ecco che ogni qualvolta mancano spunti, ci si butta sui bus ...
Argomento sempre verde e ricco di spunti.

La signora che ha scritto questa lettera non a uno ma a due giornali locali non mi pare abbia però le idee chiarissime ...
Inizia stupendosi perchè un bus, un sabato sera è in ritardo di 11 minuti ...
Ma qui forse occorrerebbe immaginare che chi nel weekend non va al mare o comunque fuori città, in un sabato sera di Luglio normale che affolli il centro cittadino ...
Per cui 11 minuti di ritardo non mi paiono poi così strani in certe serate.

Avesse detto di un lunedì sera o di un mercoledì era un'altra cosa:
Ma un sabato sera ?
Non mi pare strano trovare del caos visto che la moltitudine si sposta con il mezzo privato ...

A quel punto l'autista consapevole del ritardo cerca di recuperare ...
E la signora si indigna per la velocità del mezzo ...
Va da sè che per rimettersi in orario quella è l'unica strada e il tratto periferia - centro dava l'opportunutà di limare qualche minuto...


Il luogo comune del pedone (o del ciclista) che sbuca dalla viuzza laterale mi pare il solito pensiero buttato là per smuovere le coscienze:
Consiglierei alla signora di appostarsi, in pieno giorno, nelle stesse vie che elenca ...
Tra corrieri in consegna, scooteristi che vanno al lavoro o al cazzeggio, sai quanti pedoni (e ciclisti) rischiano la vita per le velocità folli altrui ...

E comunque, anche ammesso (e non concesso) che quell'autista fosse un incosciente:
Il ritardo non sta bene ...
La velocità per recuperarlo meno che meno ...

Cosa doveva fare in definitiva quel povero cristo ?

0 commenti: