considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

13 luglio 2009

multa sacrosanta, loro nascosti (indi scorretti)


Le lettere come quella apparsa venerdì scorso sull’edizione locale di Repubblica mi fanno sempre un po' sorridere per quanto esprimono...
Peccato, non sono riuscito a recuperarla …
In breve comunque era la lamentela di un tale che aveva preso una multa per essere transitato su una corsia preferenziale.
Ce l’aveva con quegli accertatori che gliel’avevano comminata

”ben nascosti dalle colonne del portico (...) apparentemente distratti ma prontissimi a fare capolino per prendere il numero di targa”

La cosa buffa era che dopo il bastone spandeva a destra e a manca la carota, giusto per puntualizzare

”non sono certo a difendere chi commette infrazioni”

Che pensa un po’
Per un attimo a me il sospetto era venuto
(prevenuto che non sono altro !!)

mi sono chiesto cosa abbiano pensato gli altri lettori di quella lettera, perché, miei personalissimi pensieri:
Ma cosa c'entra il nascondersi dietro le colonne?
Forse perché se vedevi gli accertatori da lontano evitavi di percorrere la preferenziale?
Ah, forse comincio a capire...
Ti hanno beccato con le dita nella marmellata e questa cosa ti ha avvelenato !
Eh, non fa mai piacere credersi ganzi e riscoprirsi pirla in un nanosecondo ma esattamente è quello che è successo...
Quella strada non dovevi percorrerla, l'avrai fatta 1000 volte da furbo, stavolta ti è andata male fattene una ragione di vita e passa oltre...
Loro hanno fatto il loro dovere, sei tu che non dovevi essere lì...

E magari la prossima volta, se proprio devi lamentarti sul giornale (di una multa sacrosanta ndr), almeno evitaci i giudizi definitivi.
Perché non è assolutamente vero come proseguendo sostenevi, che quella corsia preferenziale è inutile...
Serve a far sfilare in fretta i bus che altrimenti resterebbero intrappolati nel centro per una vita …

A quel punto infatti il tale rimarcava che uscendo dalla via x e imboccando la preferenziale in un attimo si arrivava in fiera …
Cosa impossibile dovendo percorrere quell’interminabile dedalo di strade accessibili alle auto …
In fondo (lui) lo diceva anche per il rispetto dell’ambiente …

Consiglio spassionato:
Anziché fare quell'ipotetico giro dell'oca se fai 2 passi (ma 2 davvero … per dove descriveva era ubicata la sua abitazione) e ti porti su via dei mille (quella della preferenziale ndr) …
da lì con la linea 28 massimo in 15 minuti sei in fiera...
Senza rischiare multe.

Poi, vuoi pigliare l'auto e personalizzare le regole a tuo uso e consumo ?
Liberissimo, ma non lamentarti se qualche volta ti sanzionano

E soprattutto …
non venire a stressarci con quel rimando ambientalista (di comodo) …
che se pigli la macchina per evitare un quarto d'ora di bus …
è chiaro non te ne frega una cippa dell’ambiente …

2 commenti:

NgL ha detto...

clap clap clap!
Applauso!
Soprattutto per la frase "non fa mai piacere credersi ganzi e riscoprirsi pirla in un nanosecondo" che credo riciclerò con qualche cliente...

La Cassiera
(sotto mentite spoglie)

autistaxcaso ha detto...

Uh, l'ho registrata ...
c'ho il copyright !!!
dai scherzo ovviamente e piano con i complimenti ...
Senno poi mi emoziono ;-))