considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

17 febbraio 2010

pace all'anima sua


Oggi sale una donna attempata ...
la linea è suburbana e siamo diretti verso una frazione della prima periferia, la donna titubante ci pensa un po' e poi si lancia:
"scusi a che ora arriveremo in paese ?"
rapido controllo alla tabella oraria
"alle 10 e 15 circa signora"
"sa, devo andare ad un funerale e sono in ritardo, magari prima non si potrebbe arrivare ?"

magari prima ?
ma che razza di interrogativo inquietante è ?
ci sono gli orari, ti sto dicendo appunto quando transiteremo ...
se volevi arrivare prima, o pigliavi il bus che è passato 30 minuti fa ...
oppure chiamavi un taxi, non è che qua facciamo "tempi da pista" in base alle singole esigenze ...

"no signora, arriveremo circa all'ora che le ho detto"
"ah..."
la tristezza scende sul volto della donna ...
ma non per gli orari del bus ...
Facendo mente locale si è ricordata della defunta e sta per partire con i racconti dei tempi andati

"sa, era una brava donna"
che ogni volta viene da chiedersi perchè tutti quelli che passano a miglior vita siano sempre delle specie di eroi ...
Curioso, sempre dopo però, e vale per tutti, famosi e non ...
Quando sono in vita infatti spesso l'interesse che le persone smuovono è minimo e mentre lo penso, sento la donna raccontare dei tempi delle scuole, poi l'adolescenza, il matrimonio, quei 2 bambini per cui l'amica andava così fiera ...
"non doveva finire così ..."
E lì anche la frase ad effetto e di circostanza è tratta ...
Poi però, guardando la narratrice, minimo 80 anni (e probabilmente suonati da un pezzo) non ho potuto non pensare che in fondo è la vita stessa che va a finire così ...

Quei 2 bambini oramai saranno adulti ...
magari pensare che tutto sommato l'esistenza non è poi andata così male sarebbe lecito ...
in attesa (chissà) dell'avvento degli highlinder, con tutte le sfighe che si leggono ogni giorno i cui protagonisti sono spesso giovani ...
mi pare comunque notevole ...

Mentre sta raccontandomi l'ennesimo aneddoto condiviso, posso finalmente interromperla:
"la prossima è la fermata della chiesa signora"
"siamo GIA' arrivati ?"
"???"

... come da orario, sono le 10 e 13 ...
quella che aveva l'ansia di arrivare del resto eri solo tu ...

P.S
pace all'anima sua ...
c'entra qualcosa la foto - logo del Civis ?
apparentemente no ...
poi certo, saltato il sindaco, proprio sicuri che le cose fileranno lisce e senza intoppi ?
Chi può dirlo ...
(il logo però è accattivante, dovevo fotografarlo ...)

3 commenti:

informapazzoidi ha detto...

ti capisco. ti comprendo. sono solidale con te. succede sempre anche a me!!

S ha detto...

la solita vecchietta troppo sola
peccato che ne facciano le spese sempre i conducenti!

CassieraInBilico ha detto...

la gente quando comincia a chiacchierare non la smette più! a quel punto comunque anche tu avresti preferito arrivare prima mi sa