considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

11 novembre 2011

timoroso



L'altro giorno, il solito che deve attraversare ...
vedendo il bus in lontananza, eccolo all'improvviso buttarsi in mezzo alla strada.
Ormai, li conosco sti personaggi a volte si buttano, altre ti fanno segno di passare, della serie ...
Si sa mai cosa gli passi x la testa, così appena li vedo sul bordo del marciapiede, ho già il piede sul freno.
Il nostro, fa le prime 2 falcate veloci poi rallenta ...

rallenta ...
rallenta ...

... si ferma proprio di fronte a me e mi guarda semi terrorizzato.
Di fatto, avevo diminuito la velocità calcolando ampiamente i tempi di attraversamento, pronto a mollare i freni non appena l'attraversamento fosse compiuto.
Ma nonostante questo ho dovuto proprio fermarmi !

Dopo un paio di secondi, con il tipo immobile di fronte al bus, apro il finestrino scocciato:
"scusi eh, ma se attraversa lo deve fare deciso, non può mica fermarsi in mezzo alla strada davanti all'autobus"
e lui ancora più scocciato:
"devo guardare !
se un motorino la sorpassa, mi viene addosso !"
"faccia così, se ha questi timori, la prossima volta non attraversi davanti ad un bus ma anzi, aspetti che transiti, così poi ha tutto l'orizzonte libero"

Ma dimmi te ...
manco più di attraversare certa gente è capace.
Che si butti l'occhio per sicurezza ci sta ...
Ma mica ci si può fermare ad aspettare, soprattutto se non c'è nessuno che arriva.
(... ma cosa attendeva poi ? che arrivasse davvero quello con lo scooter ?)

2 commenti:

Winston ha detto...

Classico... succedeva sempre anche a me, quando giravo in bici per Bologna. Se un ciclista ti guarda, e tu attraversi in modo prevedibile, è matematicamente impossibile che ti venga addosso.
Il problema sono i passanti che partono, accelerano, poi ti guardano rallentano, poi ri-accelerano e ti guardano terrorizzati...
Una volta, dopo essermi dovuto religiosamente fermare di fronte a una ragazza a sua volta ferma a fissarmi in mezzo alla carreggiata, di fronte alla sua ulteriore esitazione mi è uscito ad alta voce un "guardi signora, più che fermarmi non posso..."

S ha detto...

ma che pirla!