considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

25 maggio 2009

automobilisti






L'altro giorno sono fermo sul viale di circolazione cittadino in prossimità di una fermata del bus.
Essendo quello che svolgo, un servizio scolastico, sto attendendo l'orario stabilito per partire.
Dalla viuzza laterale, si affaccia una donna alla guida di un'utilitaria.
E' titubante ...


Deve immettersi su viale e il bus, ostacola la visuale, però se girasse stretta a destra, il bus diverrebbe un alleato ...
E coprirebbe il veicolo favorendone l'accelerazione e l'immisione nel traffico che scorre sulle altre due corsie ...
La donna però non si fida e tentenna.
Alle spalle si materializza il grosso SUV ...
1 - 2 - 3 ...
al quarto secondo il conducente già si spazientisce, parte un leggero colpo di clacson ...
La donna guarda nello specchietto retrovisore ma ancora non si immette, passano 10 secondi e giù ...
un altro colpo di clacson, stavolta prolungato.
Ma la donna davvero non riesce a partire ...
Ancora clacson, poi ancora, sempre con più insistenza, mentre la fila si ingrossa ...


anche se l'unico davvero angustiato pare quello del SUV.
La donna però non si fida e l'uomo scende ...

Completo impeccabile ...
Potrebbe essere un Manager, forse un AD, magari un Bancario in carriera o forse e semplicemente, uno che vive di rendita e vaga beato tutto il giorno per la città, cercando di far venir sera, vai a sapere ...
Si avvicina alla donna, le indica con la mano che se svolta stretto non c'è pericolo, ma non trova riscontro ...
Allora allontanandosi le ultime briciole di pazienza e contegno si esauriscono ...
Partono le "carinerie" urlate in mezzo alla strada




"Ma guarda sta str.... ma come c.... guidi ! Ma vaff...... va"

E via su questo tono in un interminabile sequela di epiteti sempre più pesanti e impronunciabili ...
Che continuano, anche quando l'uomo è ormai e di nuovo all'interno dell'abitacolo.

Poi la donna finalmente parte, tradendo la tensione del momento
(una "sfrizionata" memorabile ... da provar dolore solo a sentirla)
L'auto sobbalza, il SUV mangiando la strada in un attimo l'affianca ...
E l'uomo non pago rincara la dose con corna, mani tese e ombrelli vari,
Non certo consoni alla situazione (totale tempo perso 1 minuto ... ndr) all'auto e all'abbigliamento.
Ma siamo in Italia, l'insofferenza galoppa e allora non ci si stupisce poi troppo ...

Sti automobilisti son forti ...
sempre pronti a coalizzarsi contro di noi autisti di bus, poi si trovano da soli e vedi cosa succede:
Poco ci manca che passino alle mani per una svolta ...

1 commenti:

MarcoA ha detto...

mi dispiace, ma certa gente che proprio non ci arriva mi fa veramente perdere le staffe...
Non credo arriverei però al punto da inveire e insultare pubblicamente all'aperto...