considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

6 luglio 2010

siamo in Italia



Chissà perchè in questo paese la miglior difesa è sempre l'attacco ...
a volerla mettere in chiave ironica, verrebbe da dire che dopo aver visto Cannavaro ai recenti mondiali, anche un attacco mediocre, al cospetto, farebbe comunque la sua discreta figura ma vabbè (non è giusto sparare sulla croce rossa).

Il fatto è che ti pizzicano in fallo e subito scatta la teoria del complotto o, del malfunzionamento ...
La responsabilità personale ovviamente non esiste mai ed è sempre colpa degli altri, anche quando non verifichi in prima persona un gesto (importante) che vai a compiere in prima persona.
Ogni volta salta fuori il discorso fedeltà (sono utente da 15 anni) come se l'affezione giustificasse tra le righe e in qualche modo lo strappo alla regola.

Pure io ho la patente (e guido) da quasi 25 anni ...
eppure i semafori (e più in generale il codice della strada) cerco ancora di rispettarli.
Visto che non sono un santo, a volte capita di "stracciarli" i rossi ...
ma se mi beccano e mi fanno una contravvenzione me la tengo stretta e non protesto.

I biglietti vanno correttamente vidimati, le macchine sono macchine e capita che facciano cilecca ...
Siamo noi che dobbiamo assicurarci che tutto si svolga regolarmente e se non lo facciamo, dobbiamo assumerci la responsabilità delle conseguenze.
Anche se vi sono i testimoni ...
(ma di cosa poi ? della buona volontà di aver effettuato il gesto ? alla fine comunque il biglietto non era stato vidimato)
Che poi, mi chiedo come faccia ad essere testimone l'autista ...
Io di solito guido, al massimo posso vedere qualcuno che armeggia attorno all'emettitrice/obliteratrice, ma come faccio ad essere certo di quello che accade ?
Sapete quanti arrivano e dicono di aver inserito l'euro senza che il biglietto sia stato emesso ...
Poi magari nei 5 minuti successivi, arrivano altre 10 persone (perchè inevitabilmente, se qualcuno ti fa notare una cosa ... dopo ci stai attento) e il biglietto viene emesso regolarmente ...

Malafede ?
Malfunzionamento ?
non lo saprò mai con certezza ...
Una timbratura invece è semplicissima da verificare e sarebbe compito tuo un controllo in questo senso ...
se non lo hai fatto e te lo contestano con chi te la fai ?
(... che vorrei vedere se ti cambiassero una banconota da 500 euro ... chissà perchè sono sicuro che appureresti all'istante che le banconote da 50 ricevute in cambio siano 10)

Mi piace perchè ogni qualvolta c'è un contrattempo, scatta la minaccia di rappresaglia
(Episodi di questo genere, demotivano l'uso del mezzo pubblico) e in un istante ci si dimentica che il trasporto pubblico, oltre che una sana scelta è soprattutto un servizio.
E come tutti i servizi, va pagato ...
(pensa se all'Enel dovessero far credito a tutti coloro che credevano di aver pagato la bolletta ma per un non ben precisato motivo questo non è avvenuto ... impensabile, mentre invece su un bus ...)

Se andassimo sulla buona fede e credessimo a tutti ?
sicuri che poi sarebbero tutti soddisfatti ?
se non fai i controlli non va bene ...
se li fai e non sei tollerante non va bene comunque ...
Sta gente non è mai contenta insomma ...

Tranquilli comunque ...
siamo in Italia e sono quasi sicuro che la persona alla fine non pagherà nulla ...
la tattica della lamentela via lettera ai giornali troppo spesso paga ...
La persona sarà anche in buonafede, ma la timbratura non c'era ...
io insomma la multa gliela farei ...
Oltre alla verifica del funzionamento dei dispositivi, occorrerebbe anche la verifica visiva di quello che si fa.
(sennò troppo comoda accampare all'occorrenza le solite scuse ...)

3 commenti:

Perennemente Sloggata ha detto...

oddio, onestamente, se è vero ciò che racconta la signora, sarebbero girate pure a me.
a me è capitato di obliterare un biglietto da tot minuti, essere andata in università, fare quel che dovevo, riprendere il bus fino in stazione e prendere il bus per tornare a casa.
alla fermata prima che io scendessi salgono i controllori ed uno mi fa la punta sul fatto che il mio biglietto fosse scaduto 3 minuti prima. si ma sul suo orologio. ora: considerando che tra un bus e l'altro una volta ho constatato che possono esserci anche 10 minuti di differenza (ho provato a verificare un po' di bus e varie macchinette), uno come fa a regolarsi? io guardo il mio orologio quando salgo.
in più stavo per scendere e il controllore mi ha trattata come fossi la furba di turno: potevo anche scendere prima di mostrargli il biglietto, se volevo far la furba.
a mari&monti i controllori vidimano un biglietto bianco quando salgono.

non so, onestamente per questo post io sono dalla parte della signora.
(anche se stamattina sono arrivata terribilmente in ritardo per colpa dell'autista)

autistaxcaso ha detto...

beh ...
tu però l'avevi correttamente vidimato il biglietto e la querelle sta sui minuti di validità.
Nel caso della lettera, parliamo di una persona che non si è manco accertata di non averlo marcato il biglietto.
Secondo me c'è una bella differenza ...
Un conto è essere rigorosi sull'orario di timbratura e io di fondo sono dalla tua parte ...
(Essere ripresi in malo modo x 3 minuti mi pare eccessivo ... considerato che appunto il dubbio, come faccio a regolarmi sull'ora, è legittimo) ma una timbratura mancante, mi pare questione diversa.
E se avvalorando la tesi del verificatore che l'ha pizzicata, la persona avesse fatto davvero la furba ?
(magari si è accorta di nn aver timbrato ma ha fatto finta di nulla ...).
Sta di fatto che accertandosi dell'avvenuta timbratura, nessuno avrebbe contestato nulla ...

Marcella ha detto...

L'episodio di Sloggata avrebbe fatto innervosire anche me, soprattutto l'accusa gratuita di voler fare la furba... una volta mi sono trovata ad assistere a un episodio di velata accusa quando stavo mettendo il cartellino con l'orario che ti stampano le macchinette a pagamento dei parcheggi. Con la coda dell'occhio ho visto una ragazza che si avvicinava a passo veloce, per poi vedere che aveva la macchina parcheggiata davanti alla mia ed era palesemente di fretta. Non avevo fatto caso invece al vigile non distante da noi che notando la ragazza a voce alta e avvicinandosi le fa " dove va signorina, ha fretta di spostare la macchina perchè ha visto me ? " ... ecco io lo avrei preso a calci in culo, passatemi il termine.. invece questa ragazza ( dio se ci ripenso ho goduto come una pazza !! ) ha guardato il vigile come se lo volesse fulminare ma con calma ha preso il biglietto del parcheggio pagato e è andata a sventolarlo sotto il naso del cretino dicendogli " no .. corro perchè ho semplicemente fretta e non mi posso permettere di passeggiare sa " ... e glielo ha lasciato in mano e si allontanata. Io avrei fatto un 'applauso, veramente quella ragazza è diventata il mio idolo.
Sull 'episodio dell'abbonamento però la penso come Autista. Con tutti i controllori che devono avere a che fare con gente che la furba la fa davero, non posso mettere come argomento il fatto che io mi sento onesta e gli alri no perchè apparentemente non ce l'ho scritto in faccia che sono in buona fede.. Mi fanno incazzare però gli episodi dove ancora prima di guardarti danno per scontato che non sei in regola e a volte veramente sarebbero da prendere a ceffoni.