considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

7 dicembre 2011

la rivoluzione



Pare che gli ormai famosi e saltuari "T days" cittadini potrebbero trasformarsi in qualcosa di permanente.

Il centro senza veicoli a motore ...

con meno bus
senza smog e caos ...
in silenzio e (tutti) a piedi ...

Una rivoluzione che contenterà tutti ?

Se, figurarsi ...
sono già sul piede di guerra commercianti

(dicono che venderanno poco), scooteristi (che vanno sempre di fretta e usano l'agile mezzo privato, proprio per questo), residenti (ventilata un'ipotesi di fare pagare il parcheggio in strada pure a loro e sia mai) e si aspettano altre (immancabili) adesioni al partito dei no.
Eppure a me pare un progetto ambizioso e intrigante che si ispira (come viene specificato)

alle pedonalizzazioni europee.
Mi vengono in mente Marsiglia, Montpellier, tutte città con ampie aree pedonalizzate.

O Monaco di Baviera, addirittura l'intero centro chiuso al traffico ...

Come faranno i commercianti di quelle città ?
E gli incalliti ritardatari dotati di scooter 
(che esisteranno pure là immagino ?)
La soluzione sta in una semplice parola:
Abitudine.


Ci si abitua certo, con fatica, con difficoltà, ma a volerlo ce la si fa ...
Un'area pedonale che in 10 minuti a piedi la tagli in lungo e in largo è forse qualcosa di insormontabile ?Certo che no, occorre solo un po' di pazienza.
Ai commercianti preoccupati per il business personale, mi viene da dire che anzi, un centro pedonalizzato è un'opportunità per essere notati e apprezzati.
Non dico dimezzando i prezzi
(che sennò le persone a proporglielo, verrebbero pure a zoppo galletto pur di fare l'affare)
ma semplicemente rendendoli appetibili, davvero si crede che le persone eviterebbero il centro perchè non possono arrivarci in macchina ?

Dai su non scherziamo che è un attimo poi sfociare nel ridicolo ...
Come l'altro giorno, per radio hanno letto l'sms, dove un edicolante di una centralissima via, diceva che nei "weekend a piedi" perdeva 1500 euro di incasso ...
Ma che fa, negli altri giorni lancia forse giornali e riviste dentro ai finestrini delle auto in transito o direttamente tra le mani di chi sfreccia con lo scooter ?

A chi utilizza sempre e solo lo scooter, ricorderei che i motori sono degli Euro 3 nella migliore delle ipotesi
(come dire, sai quanti Euro 2 - 1 e Pre Euro in giro ...), se circolano questi, mi chiedo che senso abbia poi fermare tante auto che inquinano meno ...
Se la facciamo, facciamola davvero la lotta preventiva all'inquinamento, sennò, così come la si fa oggi, non ha senso ...
Bisognerà giusto organizzarsi, uscendo di casa in anticipo imparando ad utilizzare i mezzi pubblici
Perchè altrove accade e da noi no ?
E qui non si accampi il solito luogo comune 
"il servizio non è all'altezza"
Chi lo dice probabilmente non ne usufruisce mai
(... ci sono le giornate nere, ma normalmente, specialmente nelle ore di punta è all'altezza eccome).


Parentesi finale, l'ipotesi parcheggi a pagamento in strada per i residenti in centro.
Non è giusto ?
però a vederla da un altro punto di vista:
Coloro che insieme alla casa, acquistano pure un garage, come definirli:


Sciocchi ?
Esagerati ?
Stolti ?

Oltre all'acquisto, bene ricordare che si pagano poi, pure le tasse anno per anno (avendo un garage, sono un esperto in materia), non vedo allora perchè sia scandaloso che chi (nel centro storico) non vuole acquistare un box debba pagare una quota per parcheggiare.

In un periodo di sacrifici diffusi, mi pare questo, un sacrificio fattibile.

(e se non sta bene ...
si può poi sempre emigrare in periferia)

Spero davvero che questo progetto vada in porto così come è stato previsto.
(confesso che ho molti dubbi in merito, ma sarebbe davvero bello ...
... almeno provarci)

1 commenti:

Rusce ha detto...

parole sante!!!