considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

2 dicembre 2011

l'alternativa



L'altro giorno, sale una donna e mi chiede se il bus, passa per via taldeitali ...
risposta affermativa, in una decina di minuti saremo a destinazione, occorre solo armarsi di un poco di pazienza.
La donna pare avercela, anzi no ...
dopo 5 minuti ritorna e mi chiede se anche la linea "X" va in via taldeitali.
Ancora una risposta affermativa, anzichè transitare dinnanzi alla stazione, quella linea imboccherà la via parallela e da lì ci arriverà ...
Se fosse una corsa tra le vie deserte, ci arriverebbe prima la linea "X" (parliamo poi di un paio di minuti), la donna penserà questo, perchè si avvicina ancora e mi fa:
"ok, scendo e lo aspetto allora".
La saluto senza dire nulla, perchè ormai da tempo ho smesso di provare a far ragionare le persone così convinte.

Sei a 3 fermate dalla meta e scendi per aspettare un altra linea ?
Tu pensa se un qualsiasi inconveniente (un ingorgo piuttosto che un incidente) determinasse un ritardo di mezzora ...
(e poi comunque se anche arrivasse tra 2 minuti ...
ti sei sbattuta a saltare su un bus che ti porta nella stessa via !)
Robe da pazzi, le proponessi io certe alternative in giro, chiamerebbero la neuro ...
Visto che qualcuno le pensa spontaneamente però è tutto ok ...
(giusto allora spiegare ma senza interferire, lasciando queste persone nelle loro convinzioni).

4 commenti:

Cassiera in bilico ha detto...

hai fatto bene a non dirle niente, tanto sarebbe stato inutile.
sicuramente poi si sarà resa conto da sola di aver fatto una cosa senza senso!

Roccia ha detto...

Sembra la barzelletta dei matti che superano 99 cancelli...

autistaxcaso ha detto...

ahahahah effettivamente ...
(sono andato a cercarla perchè nn la ricordavo più ;-))

Roccia ha detto...

Autista, immagino che anche tu, come me, hai passato i 30 da qualche anno. Negli anni '80 era un tormentone, non puoi non ricordarla! :)

PS. Approfitto per farti i complimenti per il blog