considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

29 giugno 2012

complicazione cose semplici



Giornata calda ...
Mentre mi godo una piccola pausa in attesa di completare il turno, vengo avvicinato da un tale.
Distinto, probabilmente in visita alla città per lavoro, mi chiede come raggiungere la tal zona.
"Guardi, attraversa la strada, prende il bus X e ci arriva"

Semplice ?
Lo credevo ...

Inizia una pantomima alla Toto e Peppino dove io, oltre a parlare mi sbraccio per facilitare l'indicazione e lui contina ad essere titubante:
"Ma quella fermata lì ?"
(Eccerto ... è quasi qui di fronte ...
Cos'è, troppo elementare ?)
Finalmente ci capiamo, fa per attraversare la strada ma ritorna sui suoi passi

(oddio)
"Mi scusi ancora, ma il biglietto dove lo acquisto ?"
"Anche a bordo, salendo lo troverà sul mezzo"
"Ma se io volessi farlo a terra ?"
(eh, ci scommettevo ...
era troppo semplice farlo a bordo ...)

E via con nuove gesticolazioni varie ...
La biglietteria era dall'altra parte della strada ma spostata sulla destra, quindi troppo "impegnativo" spiegarlo a colui che non riusciva a capire che bastava attraversare la strada per prendere un bus.
Così ho ripiegato sull'edicola che era vicina alla fermata ...
Non ci crederete, ma voleva andarselo a comprare in una biglietteria (sic) e lì, mentendo spudoratamente, ho detto lui che la biglietteria era molto distante, che l'edicola vendeva gli stessi tagliandi, allo stesso prezzo e per fortuna l'ho convinto ...

Insomma, trattavasi di un membro della famosa setta (o forse è un ufficio) Complicazione Cose Semplici e benedico la notizia letta sul giornale dove si diceva che presto anche qui da noi sarà possibile acquistare biglietti via sms.

Anche se resto con il terribile dubbio ...
Uno così lo accetterebbe un metodo così elementare per risolvere un problema ?

0 commenti: