considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

17 giugno 2012

la ciclabile




La ciclabile è lì, sulla sinistra, lunga, larga, sicura ed invitante, ma la signora preferisce invadere la carreggiata destinata ai veicoli a motore.

per comodità ?
per pigrizia ?
per partito preso ?
la domanda comunque (ri)nasce, per l'ennesima volta, spontanea:
Cosa le fanno a fare queste ciclabili se poi in pochi le utilizzano ?

Poco prima, percorrendo la stessa strada ma in senso inverso, mi ero imbattuto in altri 2 ciclisti affiancati (!!!) che avevano in pratica fermato la corsa del bus:
Colpi di clacson ripetuti, la mano ad indicare che avrebbero dovuto stare sulla ciclabile e non sulla strada, mi sono pure beccato lo sguardo in cagnesco del lui
(l'altra era ovviamente una lei).

Scene classiche che si ripetono, con minime variazioni sul tema, giorno dopo giorno
(che scatole però !  
e hai voglia poi lamentarti sempre e solo degli altri)

4 commenti:

Cassiera in bilico ha detto...

non li sopporto questo tipo di ciclisti. cavolo, c'è la ciclabile e ne dovresti solo che essere che contento (ed usarla), e, non solo non la usi, ma te ne vai tranquillo con a fianco un altro scemo come te? bah!

Andreas.B.Grogan ha detto...

La risposta é semplice: mentre per i conducenti di SUV (che peraltro sopporto poco pure io) si sprecano gigabyte di commenti, ettolitri di inchiostro, canzoni (el ga il süv...) e fiumi di parole tutte di critica, chi mai potrá prendersela con il mezzo di trasporto economico, ecologico e democratico per eccellenza?

Ció consente ai cafoni di ogni razza l'impunitá quasi totale rispetto a quando si trovano al volante, dato che personalmente son convinto che il ciclista che va in mezzo alla strada oggi, ieri ha parcheggiato la macchina sulla corsia bus per un cappuccio & brioche...

Shunrei ha detto...

Ah, ma quando sono "travestiti da Coppi" i ciclisti figurati se vanno nella ciclabile! Loro sono "pro", devono correre per strada!
Sarcasmo a parte, molto spesso anche a me è capitato (sia in bici che in auto) di vedere le ciclabili completamente snobbate: magari perchè "sull'altro lato", magari perchè costringono a pedalare 3 metri in più, magari perchè... non val la pena vivere?
Fatto sta che molte strade sono "ristrette" appunto per far posto alle ciclabili, puntualmente inutilizzate. Non era più sicuro (per non parlar dei soldi pubblici spesi) lasciar perdere la ciclabile e avere una sede stradale più ampia, allora, visto che tanto tutti usano solo quella?

Livia ha detto...

Se non sono come le ciclabili di Roma (dissestate, trascurate, senza capo né coda e invase da maghine e motorini), effettivamente non me lo spiego.