considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

29 ottobre 2008

convinzioni

.com




Ieri mattina tutto tranquillo, è presto, c'è poca gente alle fermate a parte gli anziani che sono già, in giro ...
Spesso mi chiedo dove vadano a certe ore in cui i negozi manco sono aperti ma vabbè ...
Arrivato ad una di quelle fermate in cui solitamente scende più gente, noto che nessuno ha suonato.
Però la nonna è già appostata in pole position davanti all’uscita …
Ecco ci siamo … (penso)
Transito piano e non appena sono oltre alla fermata:

Ehi !!! non si ferma ?
Signora, se non suona

Mi fermo, del resto lo immaginavo che finiva così …

Signora, io la faccio scendere però prima suoni
Ho suonato !
sì ma provi a suonare ancora
DING

Sguardo di semi compatimento dell’autista, risolini degli altri passeggeri

Io però avevo suonato subito, appena partiti

Già …
sti pulsanti non sono mai affidabili …
Soprattutto con certe persone …
Non devi solo pensarlo di voler scendere …
Magari tra qualche anno funzionerà così (e sarà la manna dal cielo per tutti) per ora, devi premerlo quel pulsante (!!!)

La cosa che mi urta è al solito la cocciutaggine …
Hai fatto una figura di cioccolata
capita, non è irreparabile …
magari invece di continuare ad insistere ringraziami e scendi …
Macchè, ancora là a sostenere di aver suonato cercando di far passare l’autista per il pirla di turno …

In questi casi ci sono due possibilità
O punisci il tipo/tipa portandolo alla fermata successiva senza ammettere ragioni, oppure fai capire inequivocabilmente a lui/lei e agli altri passeggeri chi è il vero pirla rimbambito

Trovo di gran lunga più intrigante questa seconda ipotesi …

0 commenti: