considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

20 marzo 2009

il logorroico e il polemico di turno


Dopo aver toccato il capolinea sto ritornando verso il centro …
Siccome sono passato vicino ad un deposito, con me c’è un collega che è in trasferimento per iniziare il suo turno di lavoro …
Di tanto in tanto mi capita di incontrarlo e devo dire che è logorroico ai massimi …
inizia a parlare, fa un sacco di considerazioni personali e mediamente non si ferma più …
Di solito lo lascio andare a ruota libera nei suoi discorsi però oggi è un giorno speciale …
Non per aver incontrato lui ...
E' che dopo qualche tempo senza "incontrarne mezzo" ecco il polemico di turno fare capolino …

Come ormai sapete, non ce la faccio più a subire le critiche in silenzio, soprattutto da questi personaggi che con quell’euro (forse) pagato, si sentono legittimati a dirtene di tutti i colori …
Ormai li conosco bene, basta un attimo per catalogarli …
Se hai a che fare con il gruppo di ragazzini o con quello che è salito con la birra in mano, lasci perdere …
Non capirebbero neppure il tuo punto di vista.
Ma se metti caso hai di fronte la casalinga (disperata), la mantenuta (frustrata) o lo pseudo responsabile (di un qualcosa) allora bisogna stare al gioco, giocare e divertirsi …

Questa volta si tratta dello pseudo responsabile:
Un tipo sulla cinquantina, ben vestito che sale grintoso e subito andando al dunque dice:
visto che siete in 2 ho una domanda da farvi
E poi attacca con la storia delle corse saltate …
ce n’era una ai 06, una ai 14 una ai 22 …
ora sono i 20, si tratta di un anticipo o di un ritardo
?

Al solito partono piano, la gente è buffa …
Come gli animali marcano il terreno aspettando la reazione …
Che più sarà blanda più gli farà acquisire sicurezza e arroganza.
Io di solito aspetto, non reagisco subito, ascolto in religioso silenzio “il rosario” che tanto si dipana sempre nella stessa maniera …
Dagli orari si passa alle prime accuse:
dite di prendere l’autobus …
oggi è giorno di traffico limitato, vi sono pochissime macchine in giro …
ora spiegatemi come si fa ad essere in ritardo

per poi affondare sicuri il colpo con quel tocco di ironia leggera, cercando sguardi compiacenti negli altri passeggeri, giusto per ridicolizzarti un po’
ci vorrebbe un servizio all’altezza …
3 corse saltate …
dico ma al capolinea per girare un bus cosa ci vogliono ?
20 minuti


E a quel punto sarei pronto ad intervenire …
come quando vai a pescare e vedi il galleggiante sussultare a pelo d’acqua …
Lasci divertire il pesce e quando è ormai sicuro e convinto di essere in possesso dell’esca …

Zac !!!
lo Allami …

Ma il nostro pseudo responsabile riceve una chiamata al cellulare …
dove dice di essere in arrivo, di aspettarlo per quella questione ecc ecc …
Quando chiude la comunicazione guardo il collega …
Che è insolitamente muto (lui) come un pesce …

Allora cerco il tale nello specchio (un po' si è allontanato ndr) e inizio a rispondergli …
Non è saltata nessuna corsa, io dovevo passare ai 06
E via con un po' di bastone e un po' di carota …
prima la carota
guardi io capisco che lei avrà guardato gli orari sulla tabella attendendo 14 minuti prima di vedermi arrivare, però le posso assicurare che io non mi sono affatto divertito ad arrivare in ritardo
poi il bastone
nonostante le sue convinzioni, anche se oggi è un giorno a traffico limitato le assicuro che di auto in giro ve ne sono parecchie …
secondo me si fa un gran parlare, ma questi sono giorni come gli altri o quasi e le parlo per esperienza, ma mi rendo conto che forse lei è troppo impegnato in altre faccende per notarlo

Ovvio che a quel punto arriva un accenno di replica polemica dove ci si rifà ai 20 minuti attesi e lì occorre zittire subito fermi e decisi
ho capito, e a parte il fatto che, ribadisco, i minuti sono 14 e non 20 …
ma secondo lei noi ci divertiamo ad arrivare in ritardo ?
Lo crede davvero ?
Non crede che rispettare gli orari sia prima di tutto il modo per evitarsi un sacco di seccature ?
(allusione neppure troppo velata a quelli come lui ndr)
Poi guardi, Lei dice DITE di prendere il bus ...
Io non le dico proprio nulla, per me può pure andarci in auto al lavoro ...
poi magari un giorno venga a raccontarmi se fa prima ad arrivarci
"

E lì, forse per l’inaspettata reazione di colui che guida, quello che molto spesso lo si crede in grado di grufolare e/o forse bofonchiare frasi incomprensibili, le certezze iniziano a vacillare …

Comunque se ne vanno, poi ce ne sono alcuni che addirittura ti dicono di aver capito e si scusano …
Stavolta reazione pacata, quasi imbarazzata, ma niente scuse …
"... sarà come dice lei ..."
Poi "ammucchiate" velocemente le chiacchiere via nella pancia del bus …

Guardo ancora il collega:
io non ce la faccio più a restare in silenzio
E lui:
ah, io non parlo perché se inizio a parlare poi non mi fermo più

Già …
di quello me ne ero accorto da tempo, però meglio sarebbe che tu parlassi quando serve …
Se non offendi la persona che ti sta di fronte hai tutti i diritti di far valere le tue ragioni
E fidati …
quando ci riesci hai una soddisfazione maggiore di quella che avresti avuto mandandolo a quel paese …

Stavolta comunque doppio obbiettivo raggiunto …
Tacciati il polemico di turno e
(quale diretta conseguenza dell'incontro)
il logorroico, in un colpo solo (!!!)

Ma quando mi ricapita una giornata così ?

1 commenti:

edo24 ha detto...

Fa ridere come si comporti a volte la gente