considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

9 marzo 2009

la briscola




Oggi arriva una signora per l'immancabile informazione;
dice che al mattino ha preso la circolare nel punto Y, è scesa alla fermata X, ha cambiato con la linea su cui stiamo viaggiando, ha raggiunto la zona in cui doveva svolgere delle commissioni e ora sta ritornando indietro.
Con un dubbio ...

Che linea prendere, giunti alla fermata Y per tornare indietro ?
Forse la stessa dell'andata ?

Dico alla signora che trattandosi di una circolare, conviene attraversare la strada e prendere quella che va in senso opposto ...
Non ci vedo troppo da capire, trattandosi di circolare, ve ne sarà una interna e una esterna, eppure la donna fa la faccia un po' stranita.
L'idea che una marci verso sinistra e l'altra proceda in senso opposto evidentemente un po' la destabilizza ...
E qui, visto che ormai rinuncio a capire come ragionino le persone, senza insistere troppo sul concetto, dico lei che se non è convinta ...
Può sempre riprendere la stessa linea dell'andata ...
Sarà il male di perdere una mezzoretta in più ...

Il tempo in genere è una variabile che ha un peso notevole nella scelta dei passeggeri ...
Non importa manco spiegare, funziona che butti là la briscola, ovvero il valore del tempo in eccesso o risparmiato (a seconda delle situazioni) e attendi ...
Che la persona ti manifesti quanto sia impaziente di seguire quel tuo prezioso consiglio ...

Va così anche stavolta, la donna però non è convintissima e mi chiede se vi siano altre linee oltre le circolari che passano dalla zona che le interessa ...
In effetti una c'è, ma secondo me non vale la pena prenderla ...
Ha una frequenza minore e anche ammesso che arrivi a stretto giro ...
Bene che vada si pareggiano i tempi con la circolare ...
E lì, giunge la fatidica domanda:

"Secondo lei con quale faccio prima ?"
"mah considerati pro e contro, secondo me con la circolare"
(breve pausa di riflessione)
"ok, allora prendo l'altra"

"Smisurata" fiducia nei miei consigli o forse, la regola del tempo risparmiato clamorosamente disattesa ?

Bah, la briscola stavolta non ha pigliato e ce ne sarebbe per rifletterci su ...

Questi passeggeri mutano di giorno in giorno e sono sempre più imprevedibili ...

4 commenti:

Gas ha detto...

"Secondo lei con quale faccio prima ?"
"mah considerati pro e contro, secondo me con la circolare"
(breve pausa di riflessione)
"ok, allora prendo l'altra"

...

geniale =)

-Gas-

girl68 ha detto...

secondo me avrebbe risposto a rovescio anche se proponevi l'altra linea.certo che viene da chiedersi se certa gente ci è o ci fa.

citaro85 ha detto...

Mi rendo conto che quando i passeggeri si ritrovano davanti alle linee circolari, una che va in un senso e una che va nell'altra (e solitamente i numeri sono contigui...), sembra quasi abbiano visto un alieno...
L'altro giorno ero in Fiera col 28, una signora mi chiede se le hanno detto giusto che per arrivare in zona Palasport deve prendere il 38, io le dico che il 38 prima di arrivarci fa un giro pazzesco, e le converrebbe di più prendere quello che va in senso opposto, cioè il 39...mi guarda stranita, non si fida, telefona all'hotel presso il quale si doveva recare (quello in zona Palasport) per sincerarsi che sia effettivamente il 38 la linea che ci arriva (disattendendo quindi le parole dell'autista che le consigliavano il 39), le confermano il 38, lei è più decisa che mai e alla fine prende il 38.
Sarei stato curioso di vedere come andava a finire, certo, anche il 38 arriva in zona Palasport, ma ci mette un'ora e mezza a scapito del quarto d'ora del 39...MAH!!

autistaxcaso ha detto...

Io comunque, sono quasi contento quando fanno di testa loro.
Il consiglio che do è spassionato sì, ma mirato, come dire che bene che vada il risultato (tempo per arrivare a destinazione) sarà similare.
Il fatto è che spesso, per il gusto di contraddirti, si fanno pure dei lunghi pezzi a piedi, da fermata a fermata, quando magari la tua soluzione avrebbe permesso di cambiare il bus esattamente là dove scendevano ...
ma contenti loro ...

ciao, grazie per i commenti