considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

29 aprile 2009

il benzinaio




Magari sembrerà strano ...
ma anche i bus si servono alle normali pompe di benzina.
Ogni mattina, le corse provenienti dalla provincia, spesso partono da un deposito esterno dove, per deposito esterno, si intende quasi sempre uno spiazzo dove allineare i bus e poco altro ...
Magari giusto un carica batterie nel ripostiglio per ovviare in caso di emergenza ...
Capita allora che quando un bus è dislocato ad un deposito esterno, il rabbocco del carburante venga fatto in un comune impianto privato.

Dopo questi anni, potrei quasi definirmi un "esperto" in materia, nel senso che mi sono capitati diversi turni dove era previsto il rifornimento.
Questo mese ad esempio ...
Ogni giorno appuntamento con la stazione di servizio del paese di provincia ...
Con il benzinaio, dopo i primi giorni da "buongiorno e salve" (e riga) si è instaurata un po' di confidenza ...
E ieri mi ha incuriosito la sua domanda sul "come sia guidare un bus praticamente diverso ogni giorno" ...
una cosa che quasi nessuno (giusto qualche pensionato) mi aveva chiesto prima:
Confesso che io invece, prima di diventare autista di bus, me lo chiedevo ogni qualvolta vedevo questi mezzi svoltare o svicolare veloci in quelle anguste strettoie cittadine e chissà:
Magari era solo il destino che dava segno di se ma, tornando al benzinaio ...

Magari è stato il suo modo per farsi perdonare quel dimostrare l'interesse dopo un po' di diffidenza iniziale ...

Eh sì, perchè va detto che per riprendere la statale occorre eseguire una manovra in retromarcia dentro ad uno spazio a fianco della stazione.
Inutile specificare che il nostro i primi giorni era inquietatissimo ...
Camminava avanti e indietro e mi faceva da moviere ...

vieni, destra, sinistra ok STOOOP ...

Poi forse, appurato che la manovra me la impostavo comunque come mi pareva ha iniziato a fidarsi ...
Ora infatti manco viene più a vedere, mi lascia totale autonomia ...

Pensa se domani gli raccontassi la storia dell'autistaxcaso ...
ma no dai ...
ormai che gli ho raccontato pure i segreti e le sfumature del mestiere

0 commenti: