considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

1 agosto 2011

comodo comodo



Oggi, mentre sto ritornando a casa da passeggero, un giovane indiano con numerosa famiglia al seguito, mi avvicina e mi chiede come raggiungere via tal dei tali.
Ha evidentemente sbagliato linea visto che da quella via ci stiamo allontanando così, dopo una rapida valutazione, gli indico quella che secondo me è la via più comoda per arrivarci.

"dovrà arrivare con questo bus alla fermata X che è prossima al capolinea e poi attendere la linea Y che la riporterà esattamente su quella via"

Considerati 15 minuti circa per arrivare alla fermata di scambio e altri 15 di percorso con l'altra linea, in una mezzoretta abbondante sarà a destinazione ...
Il tipo mi ringrazia, poi va a riferire alla moglie e mentre sto valutando mentalmente come, alle volte, si possano risolvere certi errori, semplicemente sfruttando gli interscambi tra le linee, la vecchia carampana attira la mia attenzione.
... di quelle nonne che di invecchiare non ne vogliono sapere, ha una camicetta giallo limone che ad una certa età diventa inopportuna a mio modo di vedere ...
non certo per lei però che la indossa fiera.
"mi scusi ho seguito la conversazione, ma il signore non farebbe prima tagliando a piedi ?"
 "beh, signora così ad occhio non direi ...

e consideri pure che è una bella famiglia numerosa da muovere..."

Ma la vecchia ficcanaso non demorde, la vedo che muove le braccia tese, mimando curve improvvise, mentre il giovane ma prolifico indiano, la guarda con un po' di soggezione, lui, unico della famiglia che evidentemente mastica un po' della nostra lingua.
Alla fine lo convince e lo fa scendere, lo vedo che mi guarda un po' sperduto dalla fermata mentre è attorniato dalla famiglia che chiede lumi.
Per intenderci bene, mi son preso la briga di evidenziarvi in foto il "comodo" percorso indicato dalla "signora in giallo"  ...
dimenticavo:
erano in 5 ...
due adulti, due bambini piccoli e una carrozzina e una volta arrivati al punto B, avrebbero preso la stessa linea che avevo indicato io da incrociare in prossimità del capolinea.
Poi certo da lì ci avrebbero messo 5 minuti anzichè 15 per arrivare a destinazione, ma la domanda è:

Per percorrere quel chilometro circa sotto al sole delle 11 quando ci avranno messo ?

Secondo me, non tanto meno dei 25 minuti risparmiati ...
(ma vuoi mettere, farli a piedi ...)

Lo dico sempre ...
diffidate dai ficcanaso e fidatevi di chi sui percorsi ci vive
e se proprio avete un'indole al farvi abbindolare, almeno abbiate anche la prontezza di annotarvi il cellulare di chi vi passa certi "preziosi consigli"
(se non altro poi vi potrete sfogare con gli insulti ...) 

2 commenti:

Shunrei ha detto...

Mi vien solo da pensare che la signora non abbia mai avuto figli... al momento (non ancora) manco io, ma sinceramente credo che per due bambini piccoli sia molto peggio (e più lungo) un chilometro a piedi di 20 minuti di bus!

autistaxcaso ha detto...

in effetti è quanto ho pensato pure io, ma lei era così convinta ...
curiosi sti attempati signori;
proponi a loro di far 100 metri a piedi e si indignano, poi sono loro a suggerire agli altri epiche scarpinate ...
Ci sarà pur sempre sottintesa la riflessione "io sono vecchio ma tu sei giovane e puoi camminare" però, il senso della misura non ha mica età !