considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

18 agosto 2011

troppi voli


Un mito ?
Una leggenda ?
Come definire un uomo che prima, alla faccia dei giochi di parole, prende al volo un aereo a Madrid, poi, sempre al volo, conquista la navetta aeroporto - stazione e infine, nel centro della città, riesce a prendere, manco a dirlo ancora al volo, un altro bus ?

La definizione esatta non mi viene, credo si tratti comunque di un supereroe già per essere riuscito in queste difficilissime imprese, sarebbe bastato un po' di ritardo, 30 banalissimi secondi, per veder sfumare tutto e pazienza allora se il quarto passaggio "al volo" l'ha mancato ...
A ben guardare poi è successo solo perchè laddove voleva salire non c'era una fermata e qui allora mi domando perchè tanto astio verso i conducenti e l'azienda trasporti ...

Io che sono un comune mortale, di solito pianifico e organizzo gli spostamenti con cura, soprattutto qualora mi dovessi recare a 30 km dal centro della città.
In vita mia, non ho mai perso l'ultima coincidenza, semplicemente perchè ho sempre fatto in modo di prendere un mezzo che passava prima ...

Qualcuno potrebbe dire, "l'aereo ha fatto ritardo".
Contrattempo possibile e la domanda rimane:
... Cosa c'entrano gli altri ?
A ben pensarci, fa mica troppo supereroe dar dell'incivile a chi, non ti ha concesso lo strappo alla regola ...
(le regole son regole e lo strappo, appunto un'eccezione ...
che quello evidentemente non se l'è sentita di concederti).



5 commenti:

Simone ha detto...

Ma difatti oramai è sempre più una consuetudine leggere sempre di persone che si lamentano perché...non viene concesso loro uno strappo alla regola, un semplice occhio chiuso ( tanto solo questa volta...solo per me...suvvia cosa c'è di male?)
E difatti l'Italia è sempre più un paese adatto ai furbi e a chi elogia il disprezzo delle regole.
E il bello è che si prendono pure il tempo di scriverlo sul giornale con estrema naturalezza.
Sono poi gli stessi che se a scuola l'educatrice sgrida i loro figli che fanno? semplice se la prendono con la maestra! Non ci siamo proprio.Purtroppo l'Italia è già da tempo che ha preso questa direzione sul buonismo esasperato ed assurdo!

stella erratica ha detto...

io credo che l'errore a monte sia stato a metà tra il passeggero e il conducente del bus 21, il quale non ha verificato o specificato che quella fermata non era quella giusta.
io me la sarei presa più col primo autista che col secondo.
se proprio avessi dovuto prendermela.

autistaxcaso ha detto...

Sante parole Simone ...

X Stella:
per esperienza tendo a pensare che il collega del 21 abbia specificato che la fermata non era lì prevista, ma il tipo avrà iniziato tutta la pantomima del "ma è l'ultima corsa, mi faccia provare, vedrà che se corro davanti poi si ferma ecc ecc".

Il fatto è che spesso interpretando, si danno le risposte che vorrebbero sentire e non sentono ragioni, salvo poi prendersela se le regole dicevano l'esatto contrario ...

stella erratica ha detto...

pensa che qualche anno fa un autista deve aver lasciato a terra, fuori fermata, il vecchio sindaco coi suoi baldi amici.
il sindaco se ne è lamentato e l'autista è stato chiamato dal suo capo per spiegazioni. e si è rifiutato di scusarsi (giustamente).

stella erratica ha detto...

capito!