considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

12 ottobre 2011

allarme



"posso chiederle una cosa ?"

Sembra una normalissima affermazione, eppure ...
quando la sento si accende sempre l'allarme.
Spiego:
Se uno non sa quale linea prendere per andare nella tal destinazione lo chiede senza misteri
(che linea devo prendere per andare in piazza vattelallapesca ?)
Se ha un dubbio, espone
(ci arriva in via taldeitali ?)
Se si tratta di biglietti va subito al problema
(non lo timbra / non mi prende la moneta / ha da cambiare ?)
Ma quando il quesito è vago ...
beh, quasi sempre si tratta di uno che parte piano ma che vuole arrivare a lamentarsi di qualcosa.

Stamattina, nonno attempato arriva al posto guida
"posso chiederle una cosa ?"
(ALLARME !!!)
"anche due, dica pure"
parla alternando 2 parole in italiano a 4 in dialetto, tra l'altro manco "doc" e partendo appunto piano, mi chiede se quando il bus si ferma, dobbiamo aprire tutte le porte.
"dipende, se non c'è nessuno, quella di salita cosa la apriamo a fare ?"
Il nonno è spiazzato perchè in un probabile (suo) viaggio mentale, deve aver pensato che sì, le porte dovevano essere sempre aperte tutte, ed era pronto alla mazzata polemica.

In effetti, se il bus è pieno e ci sono persone in attesa alla fermata, si apre tutto per facilitare (velocizzare) salita e discesa, ma se il bus è vuoto e in fermata c'è una persona ...
Beh, meglio avere meno varchi da controllare ...
Che sennò va a finire, arriva quello lanciato di corsa sbucando all'improvviso dal nulla e si stampa sulla porta che si sta chiudendo.
(e magari poi insiste nel dirti che l'hai chiuso in mezzo non dandogli il tempo di salire perchè lui era lì in fermata da ore ...)

Tornando al nonno, passato il momento difficile, organizzate le idee, eccolo partire in quarta con le accuse.
Che lui e la nonna erano lì in fermata e il bus che è passato prima di me non li ha aperti.
Una vergogna che deve finire ...
"anzi, ora andiamo a lamentarci subito che non se ne può più"
E' rosso paonazzo e urla sempre più forte, a conferma che quando si accende l'allarme c'è poco da fare ...
ti trovi sempre di fronte a quello che, pian piano, arriva ad avercela con il mondo intero.
(... ma se la fa soprattutto con te ...)
Lo lascio dire un po' poi replico:
"senta, se ritiene di dover fare un reclamo, lo faccia pure, l'importante è che non se la faccia con me ...
fino a prova contraria, io, l'ho pur fatta salire"
(pausa riflessiva)
"beh ma io non ce l'ho mica con lei"

Ah no ?
guarda che un ragionevole dubbio mi stava venendo ...
(Sperando non faccia casino con gli orari e i bus ...
che sai mai, ci mancherebbe solo di passare proprio per colui che lo ha lasciato a piedi)

0 commenti: