considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

13 ottobre 2011

fortuna che ci rispetta


Lo confesso, è stato molto bello leggere i vostri commenti riguardo al fattaccio capitato la scorsa settimana.
"sono contento" mi dicevo, perchè nonostante i giornali puntassero più o meno velatamente l'indice contro l'autista del bus (mezzo grande, manovra forse sbagliata, ecc. ecc.) avevo scoperto che in tanti avevano il mio stesso interrogativo:

A parte tutto ...
Perchè un pedone era in quella posizione ?
Però si sa, il mondo è bello perchè vario e io ero sicuro che qualcuno avrebbe scritto ad un giornale avallando lo stesso sospetto dei giornali
(talmente sicuro che se avessi potuto, avrei aperto all'istante un "BetandDrive" o "DriverBetter" che dir si voglia e avrei bancato le scommesse ...)
Eccolo quindi puntuale colui che, dopo aver ricordato il fattaccio, premette di rispettarci ma poi parte con la solita storia dei telefonini utilizzati mentre si guida.

Detto che, in senso generale, mentre si guida non si dovrebbero utilizzare i cellulari,
(Le vedrò solo io centinaia di persone che mentre guidano parlano al telefono ? 
E non facciamo il solito distinguo sui mezzi condotti, che come detto 1000 volte ...
Se una macchina mi inchioda davanti perchè quello che la guida è distratto dalla conversazione in corso, non è che la sicurezza per i passeggeri del mio bus sia maggiore ...
Questo evento frequentissimo lo tolleriamo ? nooooooo eh !!!!!)
non capisco il richiamo al fattaccio e la seguente polemica sull'uso dei cellulari.
Si starà mica sottilmente insinuando che il collega alla guida magari poteva essere al cellulare mentre effettuava quella svolta maledetta ?
(il sospetto a leggere sta lettera viene ...)

Che tristezza ...
e per fortuna dichiara che ci rispetta !
Se non avesse fiducia di chi guida i bus cosa potrebbe arrivare ad insinuare ? 
Se vuoi scrivere una lettera contro l'uso dei cellulari mentre si guida, fai pure ...
Ma lascia perdere quell'episodio che nel contesto della lettera non c'entra davvero nulla ....

5 commenti:

Shunrei ha detto...

Premetto che, di base, sarei contraria all'uso del cellulare alla guida in qualsiasi frangente e con qualsiasi accessorio, autisti per professione o automobilisti "della domenica" che si sia... anche se confesso di aver mandato pure io SMS e fatto chiamate con l'auricolare mentre ero alla guida del mio potente mezzo (bicicletta).
Quello che inquieta a me è che dice che ha "meno rispetto per quelli che alla guida usano il telefonino CON L'AURICOLARE"... che mi porta a due considerazioni:
a) gli automobilisti possono usare il cellulare con l'auricolare (ma più spesso senza, da quel che vedo) e va bene, gli autisti no? Capisco usare il telefono togliendo le mani dal volante, ma con l'auricolare...
b) se ha meno rispetto per quelli che usano il cellulare con l'auricolare, gli autisti che dovessero usare il cellulare senza auricolare cosa fa... li pesta a sangue direttamente??

valentina ha detto...

Vorrei far presente che ha detto: "....con l'auricolare..." A quanto mi risulta non è vietato, anzi, è l'unico modo per poter parlare al cellulare mentre si guida un mezzo. Potrei sbagliarmi, tu che dici? Diciamo che lancia la polemica contraddicendosi subito, e secondo me merita una sola risposta: Ma vaff*****o va!

tranviereperscelta ha detto...

Io non sono molto religioso, però in questo caso amerei citare l'episodio evangelico della lapidazione, ove Gesù Cristo, mentre stavano per lapidare un'adultera, ferma la gente pronta con le pietre in mano dicendo loro la famosa frase "Chi è senza peccato scagli la prima pietra".

Io da autista, e lo dico chiaro, mi sono estremamente rotto le scatole di questa gente che qualsiasi cosa fai ti mettono subito "nel mezzo"...peraltro poi A TUTTI è permesso usare il cellulare con auricolare (agli autisti addirittura senza), perchè l'autista non dovrebbe? E poi, voglio vedere lo "zorro" che scrive per fare la morale...uno che ovviamente viaggerà sempre con titolo di viaggio in regola, che sale e scende dalle porte giuste, che magari lui stesso non si mette mai a "urlare" al telefono mentre conversa sul bus, magari a 20 cm dall'autista, che certamente farà sempre cenno all'autista quando vuole salire e suona per tempo dovendo scendere...e che poi, ovviamente, in macchina rispetterà scrupolosamente il codice!

Comunque....io accetterei immediatamente la sua proposta, nessuno al telefono neanche con l'auricolare. Ma neanche informazioni, neanche indicazione della fermata dove scendere, neanche sorbitura delle lamentele varie, neanche vendita dei biglietti a bordo, neanche surrogazione del "Tuttocittà" o delle Pagine Gialle, e via dicendo. Però si sa....se l'autista deve fare due chiacchere per conto suo è un criminale, se deve rompersi le scatole a capire cosa vuole la gente, allora è un dovere!

Cassandra ha detto...

Ma come puoi pensare non ci sia il confortevole uomo dei distinguo: "Sono d'accordo, ma attenzione...." e via con l'elenco dei luoghi comuni.
Questa è una categoria più pericolosa del razzista doc. Perché si presenta sotto le mentite spoglie del moderato per avvalorare la maldicenza, quando non è proprio una calunnia. Tanto nessuno può controllare.
Se il candido lettore ha assistito a qualche infrazione, avrebbe fatto meglio a trascrivere il numero di autobus, orario e indirizzo e scrivere all'azienda trasporti. Firmandosi.
Invece no. Vuole seminare sospetti.

P.S. Devo dire che la testata che ha ospitato la lettera non è stata corretta. Meritava il cestino o un taglio nella parte finale.

autistaxcaso ha detto...

Secondo me la cosa triste è che questo sotto sotto insinua che l'autista abbia causato l'incidente perchè distratto magari proprio da una chiamata al cellulare.
Non è il solo cmq ...
un paio di giorni fa, un'altra lettera sullo stesso tono.

Pare che dopo mesi di silenzio, siano nuovamente tutti infastiditi dall'uso dei cellulari alla guida
(vale solo per gli autisti di bus però ...
che potrebbe anche starci ...
il sospetto che velatamente emerge però è squallido ...
soprattutto se nn hai le prove per sostenerlo)