considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

28 marzo 2012

giro turistico



Quel rosso è eterno ...
Fermo alla fermata posta in prossimità dell'impianto semaforico lo stavo pensando e ovviamente ...
A pochi centesimi di secondo dallo scattare del verde eccola che arriva ...
La solita confusa:

"devo andare in via pincopallo, va bene questo bus ?"
"no, deve prenderlo, stessa linea, dall'altro lato della strada"
si gira, sto per azionare la chiusura delle porte e mi fa un segno:
"ma perchè ?
mi spieghi ?"
"... semplicemente, se attraversa la strada risparmia un ora ...
questo bus, prima di arrivarci, tanto impiegherà"
"ah, ma dopo ci va ?"
"beh certo"
"allora salgo qui da lei"

Riparto con il giallo fisso e quasi in scadenza ...
Uno che si facesse mezzo giro in più per non attraversare una strada ancora mi mancava, anche se ormai da tempo mi rifiuto di capire le logiche altrui.
Diciamo che il fine era ripartire prima che scattasse ancora il rosso
(che altri lunghi minuti in attesa a quel semaforo, con l'incubo che un altro confuso potesse materializzarsi ...
ecco quello sì, sarebbe stato inaccettabile)

1 commenti:

Skogkatt ha detto...

Beh io ricordo una volta all'aereoporto di Fiumicino, c'era (forse c'è ancora adesso, non so) una linea circolare di bus che andava in un solo verso. Io e la mia compagna dovevamo andare a un edificio due fermate *prima*: lei si impuntò con tanta ostinazione a voler prendere comunque il bus che finimmo col farci un giro di un'ora, compresa la sosta al capolinea! Tutto questo per non fare tipo 300 metri a piedi...