considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

19 settembre 2011

il nome della fermata




Oggi, arriva un tale a chiedere il nome della fermata seguente.
La fonia interna che le annuncia funziona, ma chissà, certe persone evidentemente preferiscono la voce dell'autista a quella metallica del dispositivo
(non si spiegherebbe sennò il perchè si prendano la briga di venire a chiedertelo).

Data l'info, lo vedo sparire fra le altre persone ma pocp dopo, rieccolo che sbuca.

"Scusi, mi direbbe il nome della prossima fermata ?"
"la prossima fermata è pincopallo, ma lei scusi, dove deve andare ?"
"a casa da un amico, me l'ha pure detto il nome della fermata dove scendere ...
è che ora non ricordo"
poi valuta un attimo e mi fa:
"e quella successiva ?"
"pincopallo bis"
"ah" (frastornato e in evidente stato confusionale della serie ...
chissà poi come cavolo si chiamava sta fermata)
"vabbè, scenderò lì"
Lo vedo in effetti poi a terra che medita ...
E' sceso in una zona industriale, la vedo dura trovarlo lì l'amico e la sua abitazione.

boh ...
e chiamarlo al cellulare l'amico per farsi ripetere le indicazioni, come sarebbe stato ?
magari lo avrà fatto in seguito, però mica c'era bisogno di scendere in mezzo al nulla prima di farlo ...

0 commenti: