considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

28 settembre 2011

nuovi controlli


Una buona notizia per l'autrice della lettera di cui sopra
(anche se non si capisce perchè alla fin fine, si ha la tentazione di emulare chi, di fatto, si vorrebbe denunciare ...
i soliti italici modi di pensare, verrebbe da dire).
Da qualche giorno, nuove squadre di verificatori, sono state aggiunte a quelle già in essere.






Grandi sorprese o almeno forse sarebbe sorprendente per l'autore di questa lettera apprendere che in un paio di controlli
(... cui aggiungiamo l'episodio del post precedente)
erano (udite udite) dei PENSIONATI italianissimi a non avere oltre al titolo di viaggio, neppure i documenti
(o almeno, così hanno detto a chi si apprestava a redigere il verbale)
Chissà se pure per loro era giusto far intervenire le forze dell'ordine per l'identificazione, cosa che di fatto poi, neppure in quei casi, è avvenuta ...

L'evasione, non ha razza, colore e neppure età, semplicemente c'è chi il biglietto lo fa sempre e chi se può evita di farlo ...
par chiaro il concetto ma qualcuno, crede ancora che le infrazioni vadano solo in un'unica direzione.

L'aneddoto che vado a raccontare è eloquente:
arrivo in fermata e dopo che tutti sono saliti/scesi i verificatori che fino a quel momento bene si erano mimetizzati tra le persone in attesa, in un attimo sono a bordo;
io vado per chiudere le porte e la nonna fiondatasi all'improvviso verso l'uscita resta impigliata con una gamba ...
Detto che non l'ho fatto di proposito ma che il bus aveva una tipologia di porte impossibile da arrestare all'istante,
(della serie ...
se ti ci butti in mezzo e spingi per uscire a tutti i costi, una schiacciatina è inevitabile prenderla)
la nonna, libera e all'esterno del bus, comincia a toccarsi la gamba.
Con un principio di lamentela, viene verso la porta anteriore ...
La guardo e prima che possa proferire parola le dico:
"Signora mi spiace ...
Certo che anche lei ...
Non si era accorta che eravamo fermi a quella fermata da oltre un minuto ?"
e il verificatore attento e con tanto di cartellino di riconoscimento in bella mostra:
"Già ...
Chissà poi come mai è scesa all'ultimo ..."

Clamorosamente sgamata, se ne è andata a testa bassa ...
perchè certe persone
(lo sottolineo ancora, ITALIANISSIME),
oltre a non fare il biglietto, magari poi avrebbero pure l'ardire di chiamarti in causa citandoti per danni ...

(e vien da dire, chi meglio di me ...
querelato da un'italiana, pur non avendo commesso alcun fatto)

2 commenti:

Cassandra ha detto...

Spero che sia per la crisi economica che tutti questi anziani non timbrano.

Ma che mi dici di quelli che si passano il biglietto prima di scendere?

Te lo giuro, a me qualcuno lo ha chiesto.

S ha detto...

ehehe l'osservazione del co ntrollore è stata proprio azzeccata!