considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

18 maggio 2012

ce ne sono abbastanza ?

 

Oggi ascoltavo alla radio una trasmissione con interventi via sms e soprattutto via telefono, in diretta.
Chiama un tale:
"scusate, potete ripetere il numero dove inviare gli sms ?"
"certo, dovete inviarli al numero xxxeccxxxeccxxx. Ma volevi fare una domanda ?"
"sì certo"
"beh, visto che sei in diretta faccela ora in voce"
"no la faccio dopo via sms ...
è che non stavo seguendo la discussione di oggi"
"ah, come vuoi"
e hanno riattaccato con tono perplesso

Uno poi legittimamente si domanda:
Ma certa gente ci fa o ci è ?
Chiedi il numero degli sms e quando ti invitano a far la domanda in diretta dici che non seguivi la discussione ?
(gli sms quando li mandavi ?
il giorno dopo ?)

I tipi come questo, ho come l'impressione siano quelli che su un bus ti chiedono di spiegargli come fare a raggiungere il tal luogo, solitamente remoto e dall'altra parte della città.
Tu ti concentri, inizi una spiegazione semplificata ai massimi (dunque salga con me, poi alla fermata x deve cambiare con la linea y), vedi che sono spaesati (ma non si preoccupi ... le indico io la fermata dove cambiare), quasi assenti e quando li incalzi (scusi, allora sale ?), rispondono candidamente:
"Ehm, no grazie ...
sa, non devo andarci ora, ma domani ..."

Più tardi, mentre ancora stavo ripensando al tipo della radio, arriva una tipa giovane ...
Mi chiede se il bus transita da una specifica fermata e alla mia risposta affermativa mi dice:
"Grazie, ce ne sono abbastanza ?"
e io:
"di cosa ?"
(pensando lì per lì ai minuti di validità del biglietto ... sai mai, poteva aver timore gli scadesse)
e lei:
"di fermate ... prima di arrivarci"

Boh ...
che razza di modo per chiedere quante fermate mancano alla destinazione è mai questo ?
Tutto alla fine torna ...
(e in fondo in fondo ...
anche quello della radio pare avere un suo perchè)

0 commenti: