considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

30 maggio 2012

Punti di vista


Scendo un attimo dal bus per un pensiero personale.

Quanto sta capitando in questi giorni mi colpisce e mi angoscia, forse perchè qui da noi che siamo a 40 km, a parte lo spavento per qualche scossa insolitamente forte (non ci siamo abituati) non è in pratica successo nulla.
Mi chiedo:

Ma che senso ha quest'anno, in un momento del genere, la parata dell'esercito il 2 giugno ?

Ho sentito alla radio che il solo palco delle autorità costa circa 600 mila euro (sic) ...
Questo fa pensare che tanto sia già stato speso, ma in ogni caso:

Il costo complessivo di questa parata sarà circa 3 milioni di euro e perchè non devolvere ai terremotati le risorse ancora disponibili ?


Si trattasse anche solo di qualche centinaio di migliaia di euro, intanto la risposta sarebbe forte, politica ...

Quale data migliore del 2 giugno per proclamare il lutto nazionale di una nazione che prova a sentirsi unita ?

Punti di vista ...

3 commenti:

Cassandra ha detto...

Sarà che questi soldi sono già stati impegnati con delibere e affidamenti? Poi chi li paga i fornitori.

Shunrei ha detto...

Concordo in pieno. Ma, ovviamente, visto che si tratterebbe di scelte di buon senso col cavolo che i nostri governanti ci fanno anche solo un pensierino...

tranviereperscelta ha detto...

Quello che fa rabbia è che mentre a tutti i cittadini piazzano in tempo zero l'accisa sui carburanti, quando si tratta di fare sacrifici a livello di palazzo, esercito e manifestazioni del genere, non ci sentono proprio. Poi, sia chiaro, ben venga l'accisa, non è giusto abbandonare chi è stato colpito da tale sfortuna, è il resto che fa rabbia...