considerazioni semiserie di un conducente di bus ...

12 settembre 2012

l'impianto semaforico

 
 


Nella foto, il dettaglio di due impianti semaforici controllati da photored



Detto che la foto non rende pienamente giustizia, vi faccio presente che arrivando sul semaforo A, non si riesce a vedere il semaforo B.
Così, accade che passi tranquillo il primo semaforo (verde) poi magari ti trovi il giallo sul secondo.
E arrivando, soprattutto con un bus, che non ha certo gli spazi di frenata e la ripresa di un auto, si viene a creare una situazione pericolosa ...

I due semafori insomma sono programmati allo stesso, identico, modo e trovo sia questa una cosa scorrettissima:

Cosa ci vorrebbe a sfalsarli di qualche secondo ?
(se il primo è verde, si avrebbe la certezza di trovare via libera anche sul secondo)
Viene da pensare male:
Sarà mica perchè così è più facile elevare contravvenzioni ?
(consiglio per il sindaco:
Se deve fare cassa, le  indico io tanti punti strategici nel suo comune, dove multare le auto in doppia fila ...
quelle sì, fastidiose, inopportune, quindi meritevoli di sanzione)

2 commenti:

Shunrei ha detto...

In effetti non è solo subdolo... mi sembra proprio pericoloso!
Avrebbe più senso, piuttosto, se fossero "invertiti" (mentre arriva il giallo sul primo, il secondo è ancora verde per un pochino).
E comunque, se oltre a quelli in doppia fila si decidessero a multare quelli che parlano al cellulare (ovviamente senza auricolare) i Comuni farebbero le budella d'oro o quasi...

autistaxcaso ha detto...

In effetti è proprio così, con un po' di logica si risolverebbe in un attimo la questione
(però poi forse, si farebbero meno multe :-((